LE ASSOCIAZIONI CALABRESI CONSEGNANO ALLA REGIONE LE LORO OSSERVAZIONI SUL QUADRO TERRITORIALE PAESAGGISTICO

LE ASSOCIAZIONI CALABRESI CONSEGNANO ALLA REGIONE LE LORO OSSERVAZIONI SUL QUADRO TERRITORIALE PAESAGGISTICO     Dal Pollino...

LE ASSOCIAZIONI CALABRESI CONSEGNANO ALLA REGIONE

LE LORO OSSERVAZIONI SUL QUADRO TERRITORIALE PAESAGGISTICO

 

 

Dal Pollino allo Stretto di Messina, attraversando tutta la Calabria, in un unico documento condiviso, sottoscritto e promosso dalle più importanti associazioni (non solo ambientaliste!) della regione, sono racchiuse le OSSERVAZIONI sul QTRP (Quadro Territoriale Paesaggistico Regionale) riguardo temi ambientali, energetici e un NO corale al riesumato progetto del Ponte sullo Stretto.

A fianco al WWF, Italia Nostra, Legambiente, ARCI, Coordinamento Calabrese per l'Acqua Pubblica Bruno Arcuri, Rete NO-PONTE, Comitato No Centrale di Sorbo San Basile, Casa della Legalità di Lamezia Terme, promuovono le medesime osservazioni anche  il PdCI (Partito dei Comunisti Italiani) Segreteria Regionale Calabria e l'USB Unione Sindacale di Base- Federazione Calabria .

Nell'articolato documento 5 sono le osservazioni poste all'attenzione del Dipartimento Urbanistica della Regione Calabria e del Consiglio Regionale. Nello specifico si chiede:

1)           Che venga mantenuta la posizione espressa nelle Linee Guida alla LUR (Legge Urbanistica Regionale), parte 1, cap. 2, par. 2.2.1 Area di Gioia Tauro e dello Stretto, dove di fatto viene bocciata ogni ipotesi di sviluppo sostenibile basato sul disastro ambientale legato al Ponte sullo Stretto;

2)           Che venga scongiurata ogni ipotesi di produzione energetica che incida negativamente sul sistema ambiente;

3)           Che si introduca espresso divieto di prelievo di biomassa dalle aree protette;

4)           Che vengano forniti criteri per la localizzazione delle aree e dei siti non idonei all'installazione di impianti di produzione a fonte eolica e solare fotovoltaica;

5)           Che vengano inserite nel QTRP le tutele della L.R. 23/90, con particolare riguardo a quella dei territori costieri.

Sulla questione energetica il Forum Ambientalista Calabria, Medici per l'Ambiente ISDE-Italia, Il Riccio, Pensieri Liberi Pollino, il Forum "Stefano Gioia, sottoscrivendo per intero i 5 punti, hanno inteso incrementare il punto 3) con esplicito divieto anche alla produzione energetica da combustione di rifiuti nonché ad attività di deposito, smaltimento e lavorazione di rifiuti. Pongono anche l'accento sulla vertenza relativa alla Centrale Enel della Valle del Mercure, nel cuore del Parco Nazionale del Pollino, che l'ENEL vuole riaprire, dopo una chiusura di oltre15 anni, convertendola a biomasse e facendola diventare una fra le più grandi d'Europa.

Nel documento comune un altro accento viene posto sulla centrale a biomasse di Sorbo San Basile, questa invece nel cuore della Sila ed a ridosso dell'altro Parco nazionale, progetto bocciato dagli esperti dell'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), per via delle ricadute disastrose sull'ambiente.

A breve, in una conferenza stampa congiunta verranno esplicitate e dettagliate tutte le osservazioni mentre è già possibile prenderne visione sui siti e le pagine web delle varie realtà che le hanno promosse.

 

WWF, Italia Nostra, Legambiente, ARCI, Coordinamento Calabrese Acqua Pubblica B. Arcuri, PdCI, USB Unione Sindacale di Base, Rete NO-PONTE, Comitato No Centrale di Sorbo San Basile, Casa della Legalità di Lamezia, Forum Ambientalista Calabria, Medici per l'Ambiente ISDE-Italia, Il Riccio, Pensieri Liberi Pollino, FORUM "Stefano Gioia".

--
Luigi Palamara
Giornalista, Direttore Editoriale e Fondatore di MNews.IT
Cell.: +39 347 69 11 862

MNews.IT
www.mnews.it

Stadio Online, le notizie sportive

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.