Sanremo. Abbattimento palma in Piazza Eroi Sanremesi

Piazza Eroi Sanremesi perde una delle sue belle palme Durante le operazioni di continuo monitoraggio del patrimonio arboreo cittadino è ...

Piazza Eroi Sanremesi perde una delle sue belle palme

Durante le operazioni di continuo monitoraggio del patrimonio arboreo cittadino è stata accertata la pericolosità di una grande palma in Piazza Eroi.
Si tratta di una bella Phoenix canariensis che fa parte del sesto di impianto arboreo della piazza e l'età stimata è di circa 50 anni.

Il rischio di schianto di alberi e palme è un fenomeno naturale che il Servizio Beni Ambientali cerca di scongiurare attraverso un costante controllo delle piante, anche attraverso esami strumentali per approfondire i casi più problematici.
Ad oggi sono stati effettuati oltre 1000 controlli nel corso dell'anno 2013.
In presenza di palme la propensione al cedimento non è facilmente definibile in quanto la pianta non costruisce legno di reazione e pertanto non possiamo avvalerci di alcuni sintomi premonitori tipici degli alberi.

La palma in questione presentava, senza manifestare alcun sintomo esterno, una cavità occulta che rappresentava oltre il 50% della parte sana. E' stata eseguita anche una tomografia sonica per valutare la consistenza meccanica della parte restante, ma il responso è stato inequivocabile: la palma deve essere abbattuta.
I giardinieri hanno pertanto provveduto all'abbattimento e quanto prima si provvederà alla sua sostituzione con un nuovo esemplare.
Con l'occasione si ricorda che il Comune di Sanremo pianta in media ormai da diversi anni un nuovo albero o palma al giorno.

Sanremo (Imperia), 22 agosto 2013


--
Luigi Palamara
Giornalista, Direttore Editoriale e Fondatore di MNews.IT
Cell.: +39 347 69 11 862

MNews.IT
www.mnews.it

Stadio Online, le notizie sportive

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.