Fondazione Scopelliti. Dal 26 al 28 maggio #CalabriaInCampus 2023. Il programma della manifestazione

Si svolgerà  dal 26 al 28 maggio , l’edizione  2023  di # CalabriaInCampus , il campus della legalità promosso ed organizzato dalla Fondazio...

Si svolgerà dal 26 al 28 maggio, l’edizione 2023 di #CalabriaInCampus, il campus della legalità promosso ed organizzato dalla Fondazione Antonino Scopelliti in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti e che sarà dedicato sia agli studenti dell’Accademia che a quelli della sezione Grafica e Comunicazione dell’IIS Panella di Reggio Calabria.  

 

Anche quest’anno #CalabriaInCampus torna con le attività sul territorio e coinvolge i comuni di Villa San Giovanni, Campo Calabro e Palizzi, che lo hanno patrocinato; i tre giorni dedicati al workshop fotografico “Caro diario…” – Conoscere per accogliere, puntano, attraverso gli scatti degli studenti, a conoscere e valorizzare il territorio.

 

Il workshop, iniziato a febbraio e tutt’ora in corso, ha seguito nel corso dei mesi un percorso incentrato sullo studio tecnico e sulla creazione dei percorsi individuali dei ragazzi, che hanno sviluppato il tema generale dell’accoglienza utilizzando la forma propria del diario: la condivisione del proprio vissuto e dei propri luoghi, così da riuscire a capire ed accogliere il diverso da sé.

 

Durante i tre giorni del Campus, gli studenti daranno seguito a quanto appreso, in una full immersion creativa dedicata all’esplorazione e alla conoscenza concreta del territorio, accompagnati dai docenti tutor e dagli esperti che li hanno guidati in tutte le fasi del progetto.

 

Il programma di #CalabriaInCampus23 prevede, venerdì 26 maggio, la scoperta dei Calanchi bianchi di Palizzi, elemento paesaggistico peculiare della Costa dei gelsomini, nell’Area grecanica, sito di interesse comunitario e patrimonio di grande rilevanza geologica e naturalistica. Nel pomeriggio, seguirà un tour guidato nelle cantine dell’Azienda Nesci, esempio di realtà imprenditoriale positiva e strettamente legata alla produzione vitivinicola locale, e una passeggiata sulla costa.

Sabato 27 maggio si proseguirà nell’Area dello Stretto, con visita al Forte Pignatelli di Campo Calabro, fortificazione di età umbertina di grande valenza storica e sociale; si continuerà con il luogo simbolo per eccellenza della Fondazione: la stele intitolata al magistrato Antonino Scopelliti, a Piale di Villa San Giovanni. Sempre a Piale, si visiterà il Museo delle Memorie, MuMe, che sorge all’interno del presidio di legalità intitolato al giudice, gestito dall’associazione culturale Ponti Pialesi. Il pomeriggio proseguirà con la passeggiata a Villa San Giovanni, Torre Cavallo, fortificazione di età post unitaria di Villa San Giovanni, e la visita alla Filanda Cogliandro, residuo dell’antica economia basata sulla coltivazione del gelso e l’allevamento dei bachi da seta.

La giornata del 28 maggio sarà interamente dedicata alla raccolta dei materiali, presso i laboratori dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, dove i responsabili del progetto guideranno gli studenti nell’elaborazione dei prodotti.

 

Le foto, le impressioni e i lavori raccolti dagli studenti confluiranno, infatti, in una mostra fotografica che verrà presentata a Reggio Calabria il prossimo 9 agosto, ricorrenza della scomparsa del magistrato Scopelliti, unitamente alla pubblicazione di un volume dedicato al progetto.

 

La conoscenza del territorio e il rafforzamento della nostra identità hanno, per la Fondazione Scopelliti, il fine ultimo di contrastare ogni fenomeno di illegalità, attraverso la pratica della conoscenza del bello, la cooperazione e il senso di condivisione sociale.


Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.