REGGIO CALABRIA, A PALAZZO SAN GIORGIO CAMERA ARDENTE PER PIETRO ARANITI

REGGIO CALABRIA, A PALAZZO SAN GIORGIO CAMERA ARDENTE PER PIETRO ARANITI PRESSO L'AULA PIETRO BATTAGLIA Sede DEL CONSIGLIO Comunale dell...

REGGIO CALABRIA, A PALAZZO SAN GIORGIO CAMERA ARDENTE PER PIETRO ARANITI PRESSO L'AULA PIETRO BATTAGLIA Sede DEL CONSIGLIO Comunale della Città. 

A centinaia si sono recati per l'ultimo saluto

Qua il video: https://youtube.com/shorts/th-yKkhhsNY?feature=share

 CALABRIA - Un'importante cerimonia si è svolta oggi a Palazzo San Giorgio per rendere omaggio al dottor Pietro Araniti. La camera ardente è stata allestita presso l'Aula Pietro Battaglia del Consiglio Comunale di Reggio Calabria ed è rimasta aperta dalle 8:00 alle 14:00.

I funerali del dottor Araniti si terranno domani, martedì 16 maggio, alle ore 16:00 presso la chiesa di Santa Maria di Porto Salvo a Gallico Marina. Il feretro arriverà alla chiesa alle ore 15:00.

Il dottor Pietro Araniti, amministratore pubblico per 36 anni, è scomparso ieri, 14 maggio, all'età di 89 anni. Durante la sua lunga carriera, ha ricoperto diverse volte il ruolo di assessore e si è dedicato in particolare alle comunità delle circoscrizioni amministrative di Gallico-Sambatello e Catona-Villa S. Giuseppe.

La sua attività politica ha avuto inizio nel 1956, quando è stato eletto consigliere comunale nella Democrazia Cristiana. 

A soli 22 anni, è diventato il consigliere più giovane dei comuni capoluogo di provincia. Ha continuato a essere rieletto consigliere comunale fino al 1980 e durante questo periodo ha ricoperto più volte la carica di assessore. Si è dedicato con impegno alle comunità di Gallico-Sambatello e Catona-Villa S. Giuseppe.

Nel 1980, la Democrazia Cristiana gli ha proposto la candidatura alla Provincia di Reggio Calabria, dove è stato eletto con il 52% dei voti, diventando il secondo consigliere più votato d'Italia. Ha servito come assessore provinciale e ha mantenuto la stessa posizione dal 1985 al 1990. Nel 1989 è stato nuovamente eletto al Comune, concludendo la sua attività amministrativa nel 1992.

Il suo impegno e la sua passione, esemplari in termini di coerenza politica, hanno influenzato la scelta di suo figlio di intraprendere l'attività politica al servizio delle persone e delle istituzioni.

Pietro Araniti era un uomo semplice e riservato, lontano dai riflettori mediatici e dalle apparenze superficiali. Ha dimostrato saggezza e buon senso, oltre a una straordinaria disponibilità verso tutti. Il suo percorso umano e politico rimarrà un esempio per la sua famiglia e per la sua città, lasciando un ricordo indelebile.

Luigi Palamara 

 

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.