Alla Polizia locale di Reggio Calabria il premio “Sicurezza urbana Anci 2023”

  Il prestigioso riconoscimento al Corpo guidato da Salvatore Zucco grazie ad una complessa operazione di contrasto all’abband...


 

Il prestigioso riconoscimento al Corpo guidato da Salvatore Zucco grazie ad una complessa operazione di contrasto all’abbandono incontrollato e all’illecito smaltimento di rifiuti. Il vicesindaco Brunetti: «Testimonianza dell’efficacia dell’attività svolta. Nostra Polizia locale sempre più incisiva».

 

C’è anche Reggio Calabria tra le nove città che si aggiudicano il premio “Sicurezza Urbana Anci 2023”, assegnato nei giorni scorsi a Roma nella sede nazionale dell’Associazione dei Comuni italiani. Il riconoscimento, giunto alla diciottesima edizione, come si legge in una nota diramata dall’Anci, «ha premiato i nuclei di Polizia locale che nel coso dello scorso anno si sono distinti nelle attività di sicurezza urbana con progetti e iniziative lodevoli».

Nel caso della Polizia locale di Reggio Calabria, diretta dal comandante Salvatore Zucco, la motivazione del premio per la sezione “miglior operazione” è eloquente: “Per l’alta qualità del lavoro svolto e i brillanti risultati raggiunti in un’intensa attività di polizia giudiziaria che ha consentito di contrastare l’abbandono incontrollato e lo smaltimento illecito di rifiuti in micro-discariche presenti nelle aree più complesse della città».

Il premio 2023 si riferisce all’annualità 2022. In tale lasso temporale, la Polizia locale di Reggio Calabria, nello specifico il nucleo investigativo centrale, ha avviato un’indagine, con il coordinamento della Procura della Repubblica reggina, che ha condotto all’individuazione di diversi soggetti che abbandonavano rifiuti, ma anche titolari di aziende, in tre siti: Ciccarello, Rione Marconi e l’area mercatale di Mortara. Complessivamente sono state 4 le misure cautelari personali emesse con l’accusa di incendio di rifiuti. Circa 3200 i verbali amministrativi elevati e 1200 le segnalazioni effettuata al Comune di Reggio Calabria ed alla società Hermes per soggetti potenzialmente non iscritti nel ruolo Tari. Le investigazioni hanno portato anche alla chiusura di vari esercizi commerciali, tra cui un supermercato, nonché al sequestro di 20 veicoli utilizzati per l’illecito smaltimento di rifiuti. L’indagine è durata circa cinque mesi.

Il comandante Zucco, nel rimarcare l’importante riconoscimento, ha inteso ringraziare tutto il personale del Corpo e l’Amministrazione comunale «sempre vicina alla Polizia locale ed attenta alle esigenze della stessa». Il vicesindaco di Reggio Calabria, Paolo Brunetti, ha espresso «vivo compiacimento per il premio assegnato alla Polizia locale reggina. È il segno di un apprezzamento dell’attività svolta che proviene anche da un importante contesto nazionale. Lo diciamo da tempo che, per noi, la lotta all’illecito smaltimento di rifiuti è un tassello fondamentale non solo per una questione di decoro e igiene della città, ma anche per reprimere tutti quei comportamenti incivili che appartengono ad una sparuta minoranza di cittadini. Ringrazio il comandante Zucco per il lavoro svolto quotidianamente non solo nell’ambito dell’attività di polizia giudiziaria, sul cui fronte i risultati parlano da soli, ma anche per tutte le altre incombenze d’istituto che vedono protagonista il Corpo di Polizia locale di Reggio Calabria, oggi potenziato con nuovi ingressi in organico, per una presenza sempre più incisiva su tutto il territorio cittadino».   

#polizialocale
#salvatorezucco
#paolobrunetti
#reggiocalabria
#sicurezza
#giuseppefalcomatà

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.