Reggio Calabria, l’ipocrisia ufficiale a dignità di sistema

Gentile Direttore, chi Le scrive è un cittadino di Reggio Calabria che trova davvero strano che, pur vivendo in una città profondamente feri...

Gentile Direttore,

chi Le scrive è un cittadino di Reggio Calabria che trova davvero strano che, pur vivendo in una città profondamente ferita su vari fronti, compreso quello etico e morale, continuino ad esserci solerti e illuminati dispensatori di saggezza di carattere giuridico (Costituzione in testa), salvo poi ricadere nel solito ritornello del complotto che viene da lontano (Giustizia) e nel contraltare della lotta politica riferita all'operato degli "altri".

Quello che non riesco ad accettare - come cittadino - è che si ritenti di rigettare la stessa evidenza dei fatti e che la colpa sia sempre di sinistri figuri che hanno elevato "l'ipocrisia ufficiale a dignità di sistema".

Non sono interessato a queste sterili e inutili contrapposizioni, il mio pensiero, invece, va alla mia Città, perché vorrei che qualcuno mi spiegasse qual è il lavoro compiuto da formiche che hanno avuto solo assoluta dedizione alla città di Reggio.
Non sono per niente una cicala che vuole frinire in un periodo temporale adeguato, cerco e 
cercherò (nel mio piccolo) di poter ricostruire una possibile speranza per il futuro di tanti giovani, attendendo che le regole e le Leggi siano valutate dalla Magistratura, senza obbligatoriamente commentare i vari livelli della Giurisdizione.    
Voglio chiudere queste brevi considerazioni con un consiglio, frutto di antica, evangelica e sempre valida saggezza: <<è facile vedere la pagliuzza nell'occhio degli altri, mentre non si bada alla trave che è nel suo>>.

Ai reggini, il responso finale.


Pino Celifede


Reggio Cal. 14/08/13                                       




--
Luigi Palamara
Giornalista, Direttore Editoriale e Fondatore di MNews.IT
Cell.: +39 347 69 11 862

MNews.IT
www.mnews.it

Stadio Online, le notizie sportive

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.