IlSanto del giorno: Presentazione di Gesù al Tempio

  Oggi, si celebra il ricordo del momento in cui la Sacra Famiglia, rispettando la legge, si presentò al Tempio di Gerusalemme, dopo...

 
Oggi, si celebra il ricordo del momento in cui la Sacra Famiglia, rispettando la legge, si presentò al Tempio di Gerusalemme, dopo quaranta giorni dalla nascita di Gesù, per offrire il primogenito e compiere il rito della purificazione di Maria. 

Non erano obbligati a sottoporsi a questo atto di obbedienza, ma Gesù e Maria non si sottrassero, compiendo un gesto di umiltà, che è per noi una testimonianza. L'incontro con Simeone e Anna, nel Tempio, fu importante, perché si poté comprendere da subito la comunione personale di Maria col sacrificio di Cristo. 

Simeone, con la sua profezia, le preannunciò quella sofferenza che dovette patire. 
Egli le disse: "Una spada ti trafiggerà l'anima" (Lc 2,35). Maria, grazie alla sua intima unione con la persona di Cristo, viene associata al sacrificio del Figlio. 

Questa festa ha origini antiche. 
A Roma, in questo giorno era dichiarata festa in tutto l’Impero. Papa Sergio I (687-701) istituì la più antica delle processioni penitenziali romane, che partiva dalla chiesa di Sant’Adriano fino a Santa Maria Maggiore.

Il rito della benedizione delle candele si ispira alle parole di Simeone: "I miei occhi han visto la tua salvezza, preparata da te davanti a tutti i popoli, luce per illuminare le genti" (Lc 2,30-32). 

Questo significativo rito le ha dato il nome popolare di festa della "Candelora".

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.