Promuovere la Pace e la Mediazione come Soluzione ai Conflitti

Nel mondo in cui viviamo, il diritto di difesa è sacrosanto, ma è altrettanto importante considerare che la pace non si raggiung...


Nel mondo in cui viviamo, il diritto di difesa è sacrosanto, ma è altrettanto importante considerare che la pace non si raggiunge promuovendo la violenza. Chiunque venga aggredito ha il diritto di difendersi, ma è cruciale comprendere che la soluzione ai conflitti non risiede nella guerra.

Se si trova in mezzo a una lite, l'obbligo è intervenire per sedarla, piuttosto che schierarsi con una delle parti coinvolte. La vera soluzione sta nel dividere i contendenti e costringerli a riconciliarsi, a stringersi la mano in segno di pace. Questa è l'essenza di ciò che ci insegnavano da bambini.

La guerra e la violenza non dovrebbero mai essere promosse. Schierarsi in un conflitto significa alimentare il ciclo di guerra e violenza, e non possiamo lamentarci delle conseguenze che ne derivano. La nostra missione dovrebbe essere quella di difendere la pace, non di prendere posizione in una guerra. 

Questo è il mio pensiero che ho sempre sostenuto.

È importante ricordare che anche nelle risse, se emergiamo come vincitori, ciò non cancella i colpi subiti, e lo stesso principio si applica su una scala molto più ampia in una guerra, in cui si gioca con la vita di migliaia di persone.

Resta una domanda fondamentale: i potenti del mondo comprendono davvero tutto questo, o sono consapevoli delle conseguenze delle loro azioni? 

La promozione della pace e della mediazione dovrebbe essere al centro delle politiche globali, affinché l'umanità possa evitare il triste fardello delle guerre e delle loro terribili conseguenze.

Luigi Palamara

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.