COMPLETAMENTO ORARIO PERSONALE EX LSU/LPU A TEMPO PARZIALE CON IMMEDIATA TRASFORMAZIONE AD ORARIO FULL TIME.

E’ la CISL FUNZIONE PUBBLICA a tornare ancora una volta sul tema per verificare le effettive intenzioni della Governance metropo...


E’ la CISL FUNZIONE PUBBLICA a tornare ancora una volta sul tema per verificare le effettive intenzioni della Governance metropolitana e In PRIMIS rivolgendosi al Sindaco Avv. Giuseppe Falcomatà, al Dott. Carmelo Versace, delegato alla metrocity tuttora in carica, e al Consiglio Metropolitano per porre fine a questa annosa questione e dare una stabilità economica a tanti dipendenti e alle loro famiglie, sinora contrattualmente destinatari di un magro trattamento retributivo. La CISL-FP sottolinea come ad oggi l’Amministrazione ha espresso buoni propositi e rassicurazioni ma senza darvi seguito e quindi deludendo le aspettative. In sede del PIAO, infatti, il direttore generale non avendo avuto indicazioni ad hoc rispetto al completamento orario de quo, pur essendo favorevole, aveva chiosato di non poterli inserire nei fabbisogni del personale in assenza di direttive politiche in merito. 
Da qui, l’iniziativa di questa O.S., che per tramite del rappresentante del personale interessato – Mario Marino – si è adoperata per porre l’attenzione degli addetti ai lavori per la vertenza, per la quale non è tollerabile ormai alcuna dilazione, come sottolineato dal Segretario Generale Enzo Sera ed Adolfo Romeo delegato CISL – FP alla Metrocity. 
E’ stato infinito, infatti, l’iter procedurale dei 30 (ora 29) lavoratori di pubblica utilità (LPU) con mansioni di operatori addetti al censimento dati presso la società Sud service “a.r.l. ( in qualità di Ente utilizzatore di n°30 addetti) - grazie al progetto n° 003/RC Ex D.lgs 280/97 Regione Calabria - dal 17/08/98 a 14/07/2021. 
Nel luglio 2021 tramite la partecipazione ad una manifestazione d’interesse finalizzata alla stabilizzazione di lavoratori LSU7LPU del bacino della Regione Calabria avviene, il trasferimento dei suddetti lavoratori di pubblica utilità, dalla “società cooperativa” alla città metropolitana di Reggio Calabria.
Successivamente la stabilizzazione, mediante la procedura concorsuale riservata al personale in utilizzo – bacino LSU/LPU Regione Calabria – presso la metrocity, finalizzata alla copertura di 30 posti Cat. A. 
E’ il 28/09/2021 che si arriva alla agognata sottoscrizione del contratto individuale con lavoro a tempo indeterminato e con orario parziale di numero 18 ore settimanali, ampliate poi a 25 ore, con determinazione numero 2346 del 08/08/22 del settore personale, disposto dalla dott.ssa Giuseppina Attanasio dirigente del risorse umane/personale su indicazione del Vc sindaco delegato Carmelo Versace. Si precisa che il contributo annuo per ogni singolo lavoratore, pari a 18.000 è a carico in parte alla Regione e in parte di incentivo ministeriale, quindi la metrocity si giova del lavoro di questo personale a titolo gratuito. A questi lavoratori si aggiungono i 6 dipendenti a tempo parziale e stabilizzati il 01 dicembre 2023 a tempo indeterminato, anch’essi sono in attesa di completamento orario (cat.A= 25 ore settimanali; Cat. B1 = 23 ore settimanali; Cat. B3 = 21 ore settimanali; Cat. C1 = 20 ore settimanali). In chiusura, i dirigenti della Cisl Enzo Sera e Adolfo Romeo affermano: “Rimarremo vigili affinché questa aspettativa venga definita con la trasformazione dei contratti di tutti e 35 i dipendenti a full time”. 


Firmato 
Adolfo Romeo delegato Cisl- Fp
 ai rapporti politici e sindacali
con la Metrocity
Vincenzo Sera Segretario generale
 CISL FP territoriale.

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.