COVID - 19. L’Esercito in Sicilia distribuisce viveri per i bisognosi

PALERMO. A seguito delle numerose richieste da parte di Istituzioni ed enti locali, i militari dell’Esercito presenti sul territorio sicilia...



PALERMO. A seguito delle numerose richieste da parte di Istituzioni ed enti locali, i militari dell’Esercito presenti sul territorio siciliano hanno aderito a numerose iniziative benefiche e di solidarietà, contribuendo spontaneamente con raccolta di fondi, di generi alimentari e di ventilatori polmonari per i reparti di terapia intensiva degli ospedali siciliani.



In tale contesto, facendo seguito alla richiesta avanzata dal Banco Alimentare della Sicilia occidentale, i militari del Reggimento Logistico hanno trasportato 1 Tonnellata. di derrate alimentari a favore di due Istituti religiosi che assistono i più bisognosi della comunità palermitana.



Assetti specializzati nel trasporto viveri hanno provveduto al trasferimento e alla distribuzione dei generi alimentari confezionati in pacchi e buste chiuse, in stretta aderenza alle normative per il contenimento della pandemia da Covid-19, costituiti da generi di prima necessità che serviranno a sfamare intere famiglie.



La richiesta del Banco Alimentare, accolta con grande entusiasmo, è testimonianza di come l’Esercito sia da sempre al fianco dei cittadini, contribuendo quotidianamente a mantenere saldo il fortissimo senso di attaccamento alle comunità locali, anche attraverso manifestazioni di solidarietà e condivisione degli sforzi nella lotta al virus.



Il trasporto viveri è un compito che rientra tra le varie competenze dei reggimenti logistici dell’Esercito che nell'ambito dei trasporti ha maturato specifiche competenze, frutto anche delle esperienze acquisite nei vari scenari operativi in cui è stato recentemente chiamato ad operare sia in Patria che all'estero.

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.