*Il talento dei writers per colorare le periferie*

Via libera in commissione politiche sociali al progetto di rigenerazione sociale basato sulla "Spray Art" promosso...


Via libera in commissione politiche sociali al progetto di rigenerazione sociale basato sulla "Spray Art" promosso dai consiglieri Cardia e Quartuccio

Un concorso per la realizzazione di murales artistici in determinate aree del Comune di Reggio Calabria. Questi i lineamenti della proposta a cui ha dato il via libera la Commissione Politiche sociali presieduta dal consigliere Carmelo Romeo, con l'obiettivo di promuovere percorsi di rigenerazione sociale nelle zone periferiche della città. L'iniziativa, firmata dai consiglieri comunali Mario Cardia e Filippo Quartuccio, riprende e rilancia un percorso basato proprio sulla "Spray Art", già avviato dall'amministrazione comunale nella precedente consiliatura. Al centro del concorso, l’ideazione e la realizzazione di un progetto di riqualificazione estetica da realizzarsi in contesti di periferia o in altre aree che potranno essere individuate dai settori. Protagonisti del concorso saranno studenti degli istituti scolastici, delle università, delle accademie di belle arti o giovani artisti. 

Soddisfazione è stata espressa dai promotori dell’iniziativa, i consiglieri Cardia e Quartuccio che hanno messo in evidenza “il rilievo sociale di questo progetto che punta a stimolare la partecipazione e il protagonismo dei giovani attraverso le forme più moderne di arte e creatività. Non si tratta solo di colorare dei muri – spiegano i consiglieri comunali – ma di innescare processi identitari virtuosi che guardino alla tutela del bene comune, alla valorizzazione degli spazi pubblici e al senso d’appartenenza dei luoghi che abitiamo. La street art è una forma espressiva che parte dal basso – proseguono i promotori dell’iniziativa – e crediamo che questo progetto possa liberare l’energia positiva e il talento di tanti giovani, artisti e non, della nostra città. E’ un ulteriore segno di attenzione che l’amministrazione Falcomatà vuole rivolgere al tema delle periferie quali componenti imprescindibili del più ampio percorso di rilancio del contesto cittadino. Auspichiamo – concludono i consiglieri comunali – che questo progetto, come già avvenuto in tante altre realtà italiane e internazionali, possa registrare il coinvolgimento e la partecipazione di tanti giovani che singolarmente o in team, potranno esprimere tutta la loro creatività e capacità artistica e metterla al servizio della collettività. In linea più generale, vogliamo che questa iniziativa diventi un momento qualificante di cittadinanza partecipativa attiva oltre che un nuovo strumento a sostegno della legalità e dell’inclusione sociale”.

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.