Federica a Paolo Rossi: Non è stato semplice dirti addio

"Non è stato semplice dirti addio, lasciare che il tuo nobile cuore smettesse di pulsare mentre ti guardavo. Salutarti è stato il compi...

"Non è stato semplice dirti addio, lasciare che il tuo nobile cuore smettesse di pulsare mentre ti guardavo.
Salutarti è stato il compito più difficile della mia vita, quello che non avrei mai voluto affrontare. 
Non sapevo cosa fare, ti guardavo, il tuo viso stravolto dalla sofferenza e dall’imminente passaggio. 
Avrei voluto fermare il tempo, come hai fatto tu quel giorno quando hai vinto il Mondiale. Stavolta per non lasciarti andare via, per non perdere quel tuo sorriso, le tue mani, la tua vita e la mia vita.

Sono stata coraggiosa, Paolo. Ho trovato la forza e chiudendo gli occhi mi sono lanciata nell’avventura più ardua: «Vai tesoro mio, lascia questo corpo e smetti di tormentarti. Portati dietro tutto il mio amore e quello dei tuoi figli e cerca di essere finalmente sereno. 
Hai sofferto troppo, ora basta. 
Abbandona questo corpo malato e vai verso la luce. 
Ti amerò per sempre».
Troppo facile intuire che te ne sei andato appena ti ho chiesto di farlo. Ero sicura che mi avresti ascoltata.
Ma questa volta avrei preferito vederti in piedi sulle tue gambe mentre mi dicevi che avresti fatto di testa tua.
Maledetto tumore, maledetto quel mercoledì notte che ti ha strappato a me, ad Ale, Mavi e Sofi.“

Federica Cappelletti (“Per sempre noi due)

🙏🏻💙

#nonèpiùdomenica
#paolorossi

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.