Ognuno per se e tutti per nessuno

 Esplora come realmente viviamo in una società dell'apparire. Circondarsi di Prefetti, Super Prefetti, Alti Funzionari e di falso perben...

 Esplora come realmente viviamo in una società dell'apparire. Circondarsi di Prefetti, Super Prefetti, Alti Funzionari e di falso perbenismo, di apparenza, significa compiere un passo falso. Alcuni individui hanno sfruttato al massimo queste debolezze della società attuale: l'apparenza.

Osserviamo la storia di ciascuno di noi. Guardiamoci dentro. Non sempre la società riconosce chi siamo veramente. Talvolta subiamo ingiustizie inumane, al di fuori di ogni logica. Chi scrive queste parole le ha vissute sulla propria pelle, non per sentito dire.

Cerchi di dare il meglio di te stesso, ma trovi solo il peggio. È necessario combattere, avere la schiena larga. Avere fede. FEDE. L'unica parola che ci dona davvero forza. Ci dice che nonostante tutto dobbiamo vivere questa vita fino in fondo. Una vita, unica e irripetibile.

Di noi lasceremo solo tracce, segni che il tempo cancellerà implacabilmente. Viviamo come se non ci fosse un domani, il passato non ha più valore. Tutto è nell'oggi, adesso.

Questo modello di vita sociale schiaccia le persone, la comunità, esalta l'individualismo. ARRETU NON TORNAMU NATRA VOTA. ESTI NU VIAGGIU DI SULU ANDATA. (indietro non si torna un'altra volta. È un viaggio di sola andata). Il grande poeta africese Gianni Favasuli lo ricorda in una sua poesia. Facimu rota.

Non usciamo più in piazza per incontrare gli amici. Viviamo nel mondo della comunicazione ma non ci parliamo più. Scriviamo senza leggere. Parliamo senza ascoltare. Ognuno per sé e tutti per nessuno. Questo è lo slogan di questo moderno-medioevo. Lo ripeto da anni ormai.

Condanniamo senza saper valorizzare. Siamo feroci e intransigenti. Prima con noi stessi e poi con gli altri. L'amaro in bocca è difficile da mandare giù.

Luigi Palamara

Abstract da Il Castello dei Sogni Incantati


Dipinto di Luigi Palamara 

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.