PALMI. ATTIVITÀ DI CONTROLLO DEL TERRITORIO, IL BILANCIO: 12 PERSONE DENUNCIATE, OLTRE 22MILA EURO PER SANZIONI AL CODICE DELLA STRADA, SEQUESTRATI 90 CHILI DI ALIMENTI AVARIATI.

Costante l’attività di controllo del territorio finalizzata alla prevenzione e contrasto di reati in genere posta in essere dai carabinieri ...

Costante l’attività di controllo del territorio finalizzata alla prevenzione e contrasto di reati in genere

posta in essere dai carabinieri della compagnia di Palmi, con il supporto fondamentale anche dei reparti

cinofili, unità altamente specializzate il cui contributo risulta necessario nelle attività operative

finalizzate alla ricerca di stupefacenti ed esplosivi, anche nelle zone più impervie aspromontane.

In particolare, nell’ultimo mese, nonostante le sfavorevoli condizioni metereologiche, l’afflusso di

persone provenienti dai comuni limitrofi, specialmente nelle ore serali, è stato incessante. Intensificati,

pertanto, da parte dei militari dell’Arma i controlli alla circolazione stradale nelle principali vie di

comunicazione del comprensorio di Palmi e nei luoghi più frequentati, come piazza “Primo Maggio”, la

“Tonnara” o il parco “Parpagliolo”.

In tale quadro, nel complesso, oltre 5mila tra persone e veicoli controllati, riscontrando molte violazioni

al codice della strada per un ammontare di oltre 22mila euro.

Posta particolare attenzione, inoltre, agli edifici abbandonati attraverso diverse ispezioni, intensi i servizi

di perlustrazione presso la stazione, i parcheggi, il vecchio ospedale e le aree di sosta, specialmente nelle

ore serali.

In tale quadro, sono state denunciate nel complesso 12 persone di cui 7 per guida in stato di ebrezza,

tra le altre ipotesi di reato maggiormente riscontrate invece, l’inosservanza dei provvedimenti

dell’autorità, guida senza patente, detenzione abusiva di armi ed evasone.

Numerosi anche i controlli effettuati a diversi esercizi di ristorazione con l’intervento dei carabinieri

Nas di Reggio Calabria, a seguito dei quali i militari dell’Arma hanno sequestrato oltre 90 chili di

alimenti avariati, contestando sanzioni amministrative per un totale di oltre a 5mila euro.

Molteplici anche le attività di contrasto allo smaltimento illecito di rifiuti, privati e non, volti alla tutela

del patrimonio ambientale, poste in essere in collaborazione delle unità specializzate del reparto

forestale.


Un’attività che nel complesso, ha permesso di testimoniare l’importanza della presenza dell’Arma sul

territorio, al fine di assicurare una continua attività di prevenzione e repressione dei reati in genere,

sotto l’ordine e la sicurezza pubblica.





Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.