"Sciacallaggio politico-mediatico nel giorno del silenzio: Reggio Calabria non è solo questo"

Reggio Calabria, 21 maggio 2023 - Nella giornata di ieri, la città di Reggio Calabria ha vissuto un momento di profondo lutto a causa di un ...

Reggio Calabria, 21 maggio 2023 - Nella giornata di ieri, la città di Reggio Calabria ha vissuto un momento di profondo lutto a causa di un tragico incidente legato alle avverse condizioni meteorologiche. Tuttavia, mentre la comunità cercava di fare i conti con la tragedia, si è verificato un inquietante sciacallaggio politico-mediatico che ha oscurato l'importanza di riflettere sulle cause dell'accaduto.

Luigi Palamara nel  video editoriale in diretta, ha affrontato la questione della giornata di ieri, mettendo in luce il lutto che ha colpito la città e condannando fermamente lo sciacallaggio mediatico perpetrato da alcuni individui.

Vanno inoltre evidenziati diversi punti cruciali al fine di comprendere meglio l'accaduto. In primo luogo, l'albero caduto si trovava in un'area gestita dall'Aterp, l'Ente di riferimento della Regione Calabria, responsabile della gestione di una parte degli alloggi popolari presenti a Reggio Calabria. Sono in corso verifiche per comprendere la questione della manutenzione, ma è importante sottolineare che non è corretto rimpallare le responsabilità, né dare per scontato che tutti gli alberi della città debbano essere curati esclusivamente dal Comune.

In secondo luogo, va sottolineato che l'allerta meteorologica diramata dalla Protezione Civile regionale era di livello arancione e, in base alle reali condizioni meteorologiche, potrebbe essere stato necessario un livello di allerta superiore. Tuttavia, è importante ricordare che l'analisi "con il senno di poi" non è utile per attribuire colpe a chiunque.

Va inoltre elogiata la prudenza del Comune che, nonostante l'allerta arancione, ha deciso di chiudere le scuole per garantire la sicurezza dei cittadini. Questa decisione dimostra l'attenzione e la responsabilità da parte delle autorità locali, come dimostrato anche dal comunicato diffuso in anticipo alle testate regionali, che raccomandava di evitare di sostare o stazionare sotto alberi o edifici in evidente stato di ammaloramento delle facciate.

Inoltre l'eccezionalità delle condizioni meteorologiche registrate ieri 20 maggio 2023, con venti che hanno raggiunto velocità notevoli. La stazione meteo ufficiale dell'ENAV ha registrato raffiche di vento di 109 km/he 115 km/h rispettivamente alle 10:50 e alle 11:20. Questi dati indicano un'intensità del vento vicina a quella di un uragano, rendendo ancora più straordinarie le condizioni avverse in cui si trovava la città.

Infine  è presumibile che la procura abbia già  aperto un fascicolo per omicidio colposo e indagherà per accertare eventuali responsabilità. 

La Città  piange la morte di un suo cittadino, l'avvocato Giovanni Peĺlicanò  di 56 anni, ucciso dalla caduta di un albero mentre portava a spasso i suoi cani. Condoglianze alla famiglia ed ai parenti tutti.

Luigi Palamara



Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.