Demolizione Opere Abusive da parte dei figli di Eduardo Lamberti Castronuovo. Si farà? Oppure è stato fatto il ricorso?

 " Demolizione delle opere abusive dei figli di Eduardo Lamberti Castronuovo: Giustizia e riflessioni sulla responsabilità individuale ...

 "Demolizione delle opere abusive dei figli di Eduardo Lamberti Castronuovo: Giustizia e riflessioni sulla responsabilità individuale"

Reggio Calabria 20 giugno 2023: Manca solo un breve periodo di tempo prima che scada il termine di 90 giorni previsti dall'ordinanza di demolizione per le opere abusive dei figli di Eduardo Lamberti Castronuovo. La domanda che rimane è se i figli hanno presentato un ricorso o se le opere abusive verranno demolite come stabilito dall'ordinanza. Tra queste opere si annoverano una piscina, un campo da tennis e altro ancora. La vicenda ha suscitato scalpore e indignazione nell'opinione pubblica. In questa seconda parte dell'articolo, esploreremo alcune riflessioni sul caso e sulla responsabilità individuale.

L'ordinanza di demolizione è stata emessa dopo la scoperta di opere abusive realizzate dai figli Fabrizio, Alessandro e Giuseppe. Queste opere sono state costruite senza le necessarie autorizzazioni e in violazione delle norme urbanistiche vigenti, come specificato nell'ordinanza stessa. Ciò che ha sorpreso e sconcertato di più è che tali opere sono state realizzate dai figli di Eduardo Lamberti Castronuovo, una figura pubblica di spicco.

L'ordinanza di demolizione non rappresenta solo una forma di giustizia per le violazioni commesse, ma serve anche come deterrente per coloro che potrebbero essere tentati di agire al di fuori della legge. Questo caso mette in evidenza l'importanza della legalità e della responsabilità individuale, indipendentemente dallo status sociale, politico o economico di una persona. Nessuno dovrebbe essere al di sopra delle norme e delle regole che governano la società.

Ciò che rende questo caso particolarmente significativo è che i figli coinvolti avrebbero dovuto rappresentare un esempio di buona condotta e integrità morale. La loro violazione delle norme è stata una delusione per coloro che si aspettavano di più e solleva dubbi sulla capacità di Eduardo Lamberti Castronuovo di svolgere un ruolo pubblico. Nonostante abbia recentemente espresso la sua disponibilità a candidarsi come "sindaco2, salvo poi fare retromarcia dando solo la sua disponibilità, della Città di Reggio Calabria, questo evento potrebbe influire sulle sue possibilità di ottenere qualsiasi incarico pubblico.

È probabile che i figli presentino un ricorso, come previsto dalla legge. In tal caso, sarà interessante vedere come si svilupperà la situazione. Nel frattempo, le carte dell'ordinanza parlano da sole e offrono un quadro chiaro dei fatti.

Il caso della demolizione delle opere abusive dei figli di Eduardo Lamberti Castronuovo solleva importanti questioni sulla responsabilità individuale e sulla necessità di rispettare le norme e le regolamentazioni vigenti. Nessuno dovrebbe sentirsi al di sopra della legge, indipendentemente dal proprio ruolo pubblico o status sociale. L'ordinanza di demolizione rappresenta un passo verso la giustizia e invia un chiaro messaggio a coloro che potrebbero essere tentati di agire illegalmente.

È importante sottolineare che il dottor Eduardo Lamberti Castronuovo ha fornito un atto di dissequestro tramite un collega giornalista. Questo atto consente a coloro che hanno commesso gli abusi di accedere alle aree che sono state poste sotto sequestro con l'ordinanza di demolizione delle opere abusive. Questa mossa potrebbe indicare un tentativo di risolvere la situazione in modo conciliante o potrebbe essere parte di un processo legale più ampio.

Resta da vedere come si svilupperanno gli eventi nei prossimi giorni prima della scadenza dei 90 giorni previsti dall'ordinanza di demolizione. Sarà interessante osservare se i figli di Eduardo Lamberti Castronuovo presenteranno o hanno già presentato effettivamente un ricorso e quali saranno le conseguenze di tale azione. Nel frattempo, la vicenda offre un'importante riflessione sulla responsabilità individuale, sottolineando che nessuno è al di sopra della legge.

L'opinione pubblica continua a seguire da vicino questa vicenda, desiderosa di comprendere le implicazioni e le conseguenze di tali opere abusive. È fondamentale che situazioni come queste siano affrontate con serietà e coerenza, in modo da preservare l'integrità delle norme urbanistiche e mantenere la fiducia nella giustizia e nell'equità.

Restiamo in attesa di ulteriori aggiornamenti su questa vicenda e continueremo a monitorare da vicino gli sviluppi che potrebbero emergere nei prossimi giorni. La questione delle opere abusive dei figli di Eduardo Lamberti Castronuovo rimane una testimonianza della necessità di rispettare le leggi e di affrontare le conseguenze delle proprie azioni, indipendentemente dallo status o dalle influenze personali.


Luigi Palamara










Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.