Aperte le iscrizioni 2023-24 per i Nidi d'infanzia comunali di Archi, Gebbione e Cedir

Sul portale dell'Ente pubblicata la manifestazione d'interesse per recepire le istanze per i nuovi iscritti nei tre cent...



Sul portale dell'Ente pubblicata la manifestazione d'interesse per recepire le istanze per i nuovi iscritti nei tre centri dedicati all'infanzia. L'Assessore Delfino: "Coniugare le esigenze delle famiglie con le necessità lavorative"

«Sono aperte le iscrizioni ai Nidi d’Infanzia Comunali di Archi “Il mago di Oz”, di Gebbione “Il piccolo principe” e Aziendale (Palazzo Ce.Dir.), per tutti i bambini di età compresa tra i tre mesi e i tre anni nati entro il 31 Maggio 2023 e che compiono il terzo anno di età successivamente alla data del 31 Dicembre 2023, salvo le eccezioni indicate nelle “Modalità Operative di funzionamento dei Nidi d’Infanzia comunali». Lo riferisce l’assessore alle Politiche sociali, Demetrio Delfino, sottolineando che, «vista la necessità di effettuare i lavori necessari sugli immobili attualmente adibiti alle sedi di Archi de “Il mago di Oz” (via Crovo) e di Gebbione de “Il piccolo principe” (via Cassino), sono state individuate altre sedi idonee e disponibili per il trasferimento temporaneo al fine di consentire la continuità del servizio».
 
Quindi, la Scuola dell’Infanzia, Plesso “Archi Carmine”, afferente all’Istituto Comprensivo “Facolmata’- Archi”, ospietà momentaneamente il nido “Il mago di Oz” e la Scuola dell’Infanzia Comunale “Genoese Zerbi” il nido “Il piccolo principe”.
«La ripresa delle attività, presso le sedi di Via Corvo e Via Cassino - ha aggiunto Delfino - per i minori per i quali è stata inoltrata richiesta di riconferma, è attualmente preventivata alla data del 10 Settembre 2023, fatta salva la possibilità che tale periodo possa subire variazioni a causa del prolungarsi dei lavori e, in tal caso, la frequenza proseguirà presso le sedi temporanee sopra indicate. I nuovi iscritti saranno ammessi alla frequenza a partire dal 1° Ottobre 2023».

«I nidi d'infanzia - ha detto Delfino - sono molto importanti perché consentono, ai nostri bambini, di vivere e crescere in un contesto pensato per loro, dove coltivare esperienze di incontro e socializzazione, sviluppare autonomie e competenze attraverso diverse proposte rivolte a soddisfare i bisogni di scoperta e conoscenza».

«Pur in assenza di adeguate risorse - ha ricordato l’assessore – l’amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Falcomatà e, in continuità, dal facente funzioni Paolo Brunetti, è riuscita ad attivare un servizio praticamente inesistente nella nostra città. Siamo estremamente soddisfatti per il lavoro fatto che ci porta, adesso, a programmare nuove e decisive attività di crescita per i nostri bambini e possibilità di coniugare le esigenze delle famiglie con le necessità lavorative. I nostri asili nido, dunque, sono attività che vanno salvaguardate e protette per il bene dell’intera comunità ed in questa direzione sono proiettati tutti gli sforzi dell'amministrazione, del dirigente Francesco Barreca e dello staff del settore Welfare».

Ogni ulteriore dettaglio o documentazione relativi alle domande di iscrizione è, comunque, reperibile sulla piattaforma dell’Ente al link https://www.reggiocal.it/Notizie/Details/3784

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.