Dalla ruota una grande rivoluzione.

La bicicletta, con la sua geniale invenzione, ha rivoluzionato la storia dell'intero pianeta Terra, facilitando il trasporto...

La bicicletta, con la sua geniale invenzione, ha rivoluzionato la storia dell'intero pianeta Terra, facilitando il trasporto, la mobilità e gli spostamenti. Tuttavia, oggi siamo così distratti che spesso non ci accorgiamo di qualcosa di altrettanto rivoluzionario: l'Intelligenza Artificiale. Questo futuro promette risvolti imprevedibili, e nessuno può prevedere fino a che punto potremo spingerci. Le possibilità sembrano così ampie da sfuggire persino alla nostra immaginazione.

Tornando con i piedi per terra, in Italia soffia un vento di cambiamento. C'è una volontà diffusa di modificare le leggi, ma i giudici rappresentano un problema per alcuni, mentre per molti altri sembrano essere la soluzione. Qual è la verità? È difficile dirlo. La separazione delle carriere e le restrizioni sulle intercettazioni serviranno davvero? 

Giorgia Meloni, con un proclama che a suo parere ha un interesse storico, propone di destinare 382 euro all'anno, un euro al giorno, per risolvere la fame di coloro che non hanno i mezzi per mettere un pezzo di pane sulla tavola.

Questa proposta viene presentata come un traguardo, ma non è che un'illusione. È una presa in giro.  La ridistribuzione della ricchezza è lo scopo principale della vera politica. Tuttavia, oggi si gioca all'asso piglia tutto. Parentopoli, faccendieri, truffatori e persone senza scrupoli si sono impadroniti dei palazzi che gestiscono la "cosa pubblica". L'hanno resa una questione privata, un affare di famiglia e amicizie.

Chi guadagna 500 euro al giorno sfruttando il sudore dei cittadini si rinfresca alle Maldive, viaggia in auto di lusso e indossa abiti griffati. Nel frattempo, coloro che veramente lavorano duramente devono lottare per sopravvivere e sono costretti ad osservare impotenti queste ingiustizie sociali. Questa non è solo una questione di ricchi e poveri, ma riguarda la "disciplina e l'onore".

La disciplina e l'onore sono stati sostituiti dall'arroganza, dalla menzogna, dall'impudenza e dal cinismo. Il cuore non batte più, sentiamo solo il suono delle banconote strappate ad un popolo sempre più alla deriva, sia dal punto di vista economico che sociale.

Questa deriva economica e sociale ha portato a un'erosione dei valori fondamentali della società. L'onestà, la lealtà e l'integrità sono stati soppiantati dalla ricerca del profitto personale, a scapito del bene comune. I cittadini che lavorano sodo sono costretti a guardare impotenti mentre coloro che detengono il potere si arricchiscono sempre di più, perpetuando un ciclo di disuguaglianza e ingiustizia.

È evidente che la politica non sta più servendo l'interesse pubblico come dovrebbe. Il sistema politico è stato infiltrato da individui senza scrupoli che utilizzano il loro status e le loro connessioni per arricchirsi a spese della collettività. La corruzione dilaga, minando la fiducia nella politica e alimentando il crescente senso di sfiducia e disillusione tra i cittadini.

La situazione richiede un radicale cambiamento di rotta. È necessario ristabilire la disciplina e l'onore come valori guida della politica e della società. La trasparenza, (l'accountability)e la responsabilità devono essere ripristinate a tutti i livelli, per assicurare che i rappresentanti eletti agiscano nell'interesse del popolo e non per il proprio tornaconto.

Inoltre, è fondamentale promuovere una redistribuzione equa della ricchezza. La disparità tra coloro che godono di privilegi smisurati e coloro che faticano a sopravvivere è diventata insostenibile. È imperativo adottare politiche che garantiscano opportunità e giustizia sociale per tutti, riducendo le disuguaglianze e garantendo un accesso equo ai servizi essenziali come l'istruzione, la sanità e l'occupazione dignitosa.

Tuttavia, il cambiamento non può avvenire solo a livello politico. È necessario anche un profondo cambiamento culturale e sociale. I cittadini devono assumersi la responsabilità di essere parte attiva della società, esigendo trasparenza, etica e moralità da coloro che li rappresentano. Solo attraverso un impegno collettivo per la giustizia e l'integrità si potrà invertire questa spirale negativa e costruire un futuro migliore.

Così come la ruota ha rappresentato una grande rivoluzione nel passato, è giunto il momento di una nuova rivoluzione, guidata dai principi di disciplina e onore. È tempo di porre fine all'ingiustizia, alla corruzione e all'egoismo che minano la nostra società. Solo attraverso un impegno comune e determinato costruiremo un futuro più equo, solidale e promettente per tutti. È il momento di fare la differenza e riportare l'essenza stessa della politica al servizio del bene comune.

Luigi Palamara

Reggio Calabria 13 luglio 2023

Dipinto di Luigi Palamara

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.