Giorgia Meloni e la destra al potere: un'estate caldissima

Ci circondiamo di persone che ci somigliano nel modo di essere e di pensare. È naturale, cerchiamo chi ci fa sentire a nostro ag...

Ci circondiamo di persone che ci somigliano nel modo di essere e di pensare. È naturale, cerchiamo chi ci fa sentire a nostro agio, chi condivide i nostri valori e le nostre idee. Ma il problema subentra se le stesse persone sono al Governo della cosa pubblica.

Giorgia Meloni sta per affrontare una estate caldissima. Il suo Governo è indebolito da scandali e polemiche, e la sua popolarità è in calo. I suoi Ministri, Nordio e  Santanché e il Presidente del Senato La Russa, sono tutti in difficoltà personali. Nordio parla a ruota libera, Santanché è indagata, e La Russa si veste da Giudice e  PM interroga il figlio e lo assolve.

L'Italia vive un moderno medioevo. I potenti sono intoccabili, la giustizia è un sistema clientelare, e il popolo è sempre più povero e sfruttato.

Dopo tanti anni di opposizione, la destra italiana dimostra che non è ancora in grado di governare il paese. Il presente uccide il popolo e i più deboli, e la destra italiana non fa nulla per fermarlo.

Il cambiamento è nell'aria. Non si può più aspettare. A tavolo non sono rimaste neanche le briciole. È il momento di cambiare, è il momento di una nuova politica, che certamente non è questa rappresentata sinora da questo governo. Cambierà?

Luigi Palamara.

Dipinto di Luigi Palamara

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.