Restyling dei litorali reggini: spiagge più pulite ed accessibili e cartelloni per sensibilizzare i bagnanti sul rispetto dell'ambiente

Il consigliere delegato Massimiliano Merenda ha illustrato gli interventi programmati dall'Amministrazione comunale reggina....



Il consigliere delegato Massimiliano Merenda ha illustrato gli interventi programmati dall'Amministrazione comunale reggina. Installate passerelle per l'accesso alla battigia e dei pannelli grafici, realizzati in collaborazione con Ambiente Mare Italia, che richiamano cittadini e turisti sui corretti comportamenti da tenere in spiaggia per il rispetto dell'ambiente marino

Prosegue a Reggio Calabria il Progetto "Spiagge Accessibili" realizzato dall'Amministrazione comunale reggina e finanziato con fondi Poc Metro nell'ambito della programmazione 2014-2020.  A darne notizia in una nota il Consigliere delegato al Decoro e all'Arredo Urbano Massimiliano Merenda che ha descritto la natura degli interventi effettuati.

Dopo i primi interventi di pulizia e rigenerazione dei tratti costieri più frequentati del litorale cittadino, partiti all'inizio dello scorso mese di luglio, nelle ultime settimane sono state posizionate le passerelle per l'accesso in acqua delle persone con disabilità o con mobilità ridotta ed i cestini portarifiuti con i contenitori differenziati.

A corredo dell'iniziativa l'Amministrazione comunale ha installato presso i dieci punti più frequentati dai bagnanti, sia cittadini che turisti, dei cartelli informativi di sensibilizzazione, il cui progetto grafico è stato gratuitamente realizzato da Ambiente Mare Italia, Associazione di promozione sociale nata dall'entusiasmo e dalla voglia di impegnarsi di tanti cittadini, pronti a mettersi in gioco al fine di far conoscere, tutelare e valorizzare l’ambiente e il patrimonio artistico-culturale italiano. I tabelloni, posizionati in queste ore dai tecnici dell'Amministrazione comunale, sono in tutto dieci e si troveranno sulle spiagge di Catona, Gallico, Lungomare Falcomatà, Sorgente, Sabbie Bianche, Pellaro e Bocale.

L'obiettivo del progetto, che quindi correda l'intervento principale che prevede la bonifica dell'intero litorale ed una maggiore accessibiità degli arenili nel pieno rispetto della sostenibilità ambientale, è quello di aumentare la consapevolezza da parte di cittadini e turisti dell'importanza delle risorse naturali ed in particolare del mare e della spiaggia.

Sui cartelli sono riportate le cinque regole da seguire, individuate da AMI, per una corretta fruizione degli spazi naturali: Ai tuoi rifiuti pensaci tu. La sabbia e il mare non sono una discarica; Lascia tutto dove la natura lo ha voluto. Ogni elemento naturale è fondamentale per l’ambiente; Se decidi di fumare, non lasciarne traccia. Non abbandonare i mozziconi e utilizza un posacenere; Dimentica l'usa e getta. Ciò che usi per pochi minuti inquina per secoli; Usa creme solari ecosostenibili. Proteggi il mare mentre proteggi la tua pelle. Infine un messaggio che punta ancora una volta a responsabilizzare i bagnanti sulle regole virtuose da tenere in spiaggia puntando sull'effetto emulazione. "I tuoi comportamenti - recita ancora il cartello - saranno da esempio a tanti e insieme cambieremo il pianeta".

"Si tratta di un'iniziativa davvero significativa che come Amministrazione abbiamo sposato convintamente inserendola all'interno dell'attività più ampia finanziata con fondi europei - ha commentato il Consigliere delegato Massimiliano Merenda - l'azione messa in campo per la pulizia delle spiagge sta assumendo connotati più strutturali, con interventi di bonifica che non si limitano ad eliminare rifiuti ed ingombranti, ma puntano a livellare gli arenili, a renderli più accessibili e confortevoli, a consentire la fruizione da parte di persone con disabilità, ma anche anziani con mobilità ridotta o famiglie con bambini piccoli in passeggino. E' un'attività che punta a dare decoro a luoghi e spazi comuni che hanno un valore immenso dal punto di vista naturalistico e costituiscono una ricchezza inestimabile per il nostro territorio. Al momento - ha concluso Merenda - i riscontri sono tutti positivi. Cittadini e turisti apprezzano l'attività e spero che, seguendo le regole di responsabilità che abbiamo anche inserito sui cartelloni di sensibilizzazione realizzati insieme ad Ami, che ringrazio per la disponibilità e la collaborazione, le spiagge rimarranno pulite e fruibili per l'intera stagione estiva".

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.