Riapre al pubblico il castello aragonese di Reggio Calabria, l'Assessore Rosanna Scopelliti: «Restituiamo alla città i suoi luoghi di bellezza e cultura»

Questa mattina ha riaperto al pubblico il Castello Aragonese. Per l’occasione, l’assessore comunale alla Cul...



Questa mattina ha riaperto al pubblico il Castello Aragonese. Per l’occasione, l’assessore comunale alla Cultura, Rosanna Scopelliti, insieme all’assessore al Welfare, Demetrio Delfino, presenti all’iniziativa, ha dichiarato: «Dopo la biblioteca e l’archivio storico ed a pochi giorni dalla riconsegna alla città della Pinacoteca civica, finalmente anche questo luogo di cultura e bellezza può ritornare ad essere apprezzato dai cittadini. Per tutto il mese di marzo l’ingresso al Castello Aragonese sarà gratuito e, grazie al lavoro del personale comunale, resterà aperto a tempo pieno. Fino alla prossima estate, abbiamo il pienone di mostre a carattere nazionale e internazionale e confidiamo in un grande ritorno da parte di cittadini e turisti».


«Il lavoro che ci apprestiamo a fare – ha aggiunto l’assessore Scopelliti - è quello di iniziare a restituire i luoghi simbolo ad una comunità che, negli ultimi mesi, ha sofferto per la chiusura dei luoghi di incontro e degli spazi dedicati alla cultura. La riapertura del Castello, dunque, è piccolo passo; il primo di tanti che faremo per tornare ad una normalità fatta di bellezza e impegno per la nostra comunità cittadina».

Il Castello Aragonese potrà essere visitato dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.30. In ottemperanza ai Dpcm ed alle norme utili a contenere la diffusione del Covid-19, resterà chiuso il sabato e la domenica. L’accesso è, comunque, regolato da un’apposita prenotazione da effettuare scrivendo all’indirizzo mail castelloaragonese@reggiocal.it oppure chiamando al numero di telefono 0965.21392 (da lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30).


Attualmente è possibile visitare la mostra di fotografia astronomica “Connubio tra cielo e Terra” proposta dalla Società Astronomica italiana-Planetario Pythagoras e la mostra “Reggio e il Commentario di Rashi: una speciale tipografia reggina”.

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.