Caro affitti e politiche della casa, il Sindaco facente funzioni della Città Metropolitana Carmelo Versace incontra i sindacati degli inquilini e dei piccoli proprietari

Sul tavolo il ripristino del fondo per la morosità incolpevole, i contratti a canone concordato e la creazione di un Osservatorio regionale ...


Sul tavolo il ripristino del fondo per la morosità incolpevole, i contratti a canone concordato e la creazione di un Osservatorio regionale sulla Casa

Il sindaco facente funzioni della Città Metropolitana Carmelo Versace ha incontrato nei giorni scorsi il Segretario regionale del Sunia Cgil Calabria Francesco Alì, portavoce della triplice sindacale, insieme a Sicet-Cisl e Uniat-Uil, che si sta occupando a livello regionale della promozione di una piattaforma sulle politiche abitative.

L'incontro è servito a fare il punto delle diverse questioni aperte anche in vista della manifestazione nazionale prevista per questo fine settimana a Napoli, quando la triplice sindacale porterà alla ribalta mediatica le questioni aperte in tema di lavoro e sviluppo. Tra queste, per la prima volta dopo lungo tempo, anche il tema delle politiche abitative, salito agli onori delle cronache nazionali con le proteste degli studenti universitari che chiedono al Governo una risposta concreta contro la problematica del caro affitti.

Nel corso della riunione il segretario Alì ha avuto modo di rappresentare al Sindaco facente funzioni le diverse questioni affrontate negli ultimi mesi dalle forze sindacali. Tra le altre, la questione relativa alla cancellazione decisa unilateralmente dal Governo, della cancellazione dei fondi per il sostegno agli affitti e per le morosità incolpevoli, strumenti utilissimi - come è stato definito - che consentivano a tantissime famiglie in condizioni di disagio o difficoltà economiche, un supporto temporaneo per il pagamento dell'affitto. Su questo tema la Città Metropolitana, come anticipato dallo stesso Versace, si farà promotrice di una mozione, da portare in seno ai Consigli comunali dei Municipi del comprensorio metropolitano, che chieda al Governo di rivedere la scelta troppo frettolosa di azzerare il fondo.

Altra questione aperta, i contratti di locazione a canone concordato, uno strumento molto importante, ancora poco conosciuto e sfruttato, che consentono ai proprietari immobiliari di mettere in affitto le abitazioni con prezzi calmierati ed al contempo di ottenere una scontistica sulle imposte comunali. "E' nostra intenzione - ha affermato Versace - promuovere questo strumento e fare in modo che sia abbracciato da più Comuni possibile sul nostro territorio, favorendo in questo modo l'abbattimento dei prezzi degli affitti ed al contempo consentire ai proprietari di abbassare la voce del pagamento delle imposte".

Un'ultima questione, tra le tante affrontate nel corso dell'incontro, riguarda invece la costituzione di un Osservatorio regionale sulla casa, che dovrebbe consentire uno screening dettagliato sullo stato delle politiche abitative sul territorio calabrese, non solo in ambito pubblico ma anche privato. Le forze sindacali hanno già aperto nei mesi scorsi un'interlocuzione con la Regione Calabria, affinchè si possa arrivare in tempi celeri alla definizione di un gruppo di lavoro, istituzionalmente riconosciuto ed incaricato, che possa occuparsi di una cernita del patrimonio immobiliare pubblico e privato, proponendo soluzioni utili alla governance delle politiche abitative. "Da parte nostra - ha affermato Versace sul punto - piena disponibilità a collaborare per l'iniziativa intrapresa dai sindacati, sostenendo gli obiettivi già fissati nell'ottica dell'auspicata sinergia istituzionale".

"Ringrazio Francesco Alì ed attraverso lui tutti i rappresentanti sindacali del comparto casa - ha concluso il facente funzioni di Palazzo Alvaro - purtroppo quello delle politiche abitative è un tema sempre più attuale con il quale fare i conti, a fronte di una generalizzata necessità che è stata in qualche modo accentuata dalla crisi economica e sociale postpandemica. Da parte nostra, piena disponibilità a collaborare per gli obiettivi, di altissimo valore sociale, che la triplice sindacale ci propone".

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.