Con il Pon Metro 14-20 - React- in arrivo pensiline e paline intelligenti e nuove dotazioni di sicurezza a bordo dei bus di Atam

L’intervento progettuale, per un investimento complessivo di quasi tre milioni di euro, prevede l'implementazione di pensili...


L’intervento progettuale, per un investimento complessivo di quasi tre milioni di euro, prevede l'implementazione di pensiline intelligenti, sia al centro che in periferia, alimentate ad energia solare, unitamente a pannelli informativi digitali e sistemi di segnalazione anticollisione per una maggiore sicurezza di utenti e conducenti

Il Pon Metro a Reggio Calabria fa sempre più rima con mobilità sostenibile e smart. Infatti, in ultimo, è stato avviato il progetto che punta alla fornitura e all'installazione di nuove pensiline e paline intelligenti lungo i percorsi cittadini del trasporto pubblico locale. Nuove dotazioni, per un investimento complessivo di quasi tre milioni di euro, in grado di migliorare l'esperienza di utilizzo da parte degli utenti, con informazioni puntuali, ottenute attraverso dispositivi digitali in gran parte alimentati attraverso sistemi fotovoltaici, nonché attraverso una serie di dotazioni strumentali dirette ad accrescere il livello di sicurezza e di comfort dell’utenza.

Al riguardo, nei giorni scorsi, si è tenuto, a Palazzo San Giorgio, un incontro tecnico-operativo propedeutico all'avvio delle relative operazioni di installazione che si concluderanno entro il prossimo ottobre. All'incontro, presieduto dal sindaco facente funzioni Paolo Brunetti, hanno partecipato gli assessori Domenico Battaglia e Giuggi Palmenta, rispettivamente con delega alla Mobilità e Trasporti ed ai fondi React, il sindaco facente funzioni della Città Metropolitana Carmelo Versace, oltre ai funzionari dei settori interessati, alla Rup Carmen SAntagati, ai rappresentanti di Atam con l'Amministratore Delegato Giuseppe Basile, e dell'impresa aggiudicataria Rti con mandatario Bigo Solution insieme a Dimcar e Axentia.

Nello specifico, nella zona del centro storico, in particolare nelle fermate con alta frequenza d’utilizzo degli utenti dei bus, saranno installate 7 nuove pensiline stile liberty, complete di pannello fotovoltaico integrato e di alimentazione con sistemi elettrici in dotazione. Nelle zone periferiche a nord e sud della Città saranno invece installate 20 pensiline smart, anch'esse alimentate da pannelli fotovoltaici e con sistemi informativi digitali, posizionate principalmente ai capolinea delle linee più utilizzate. A queste si aggiungerà il posizionamento di un totale complessivo di 136 pannelli informativi in formato e-paper, per pensiline e paline di fermata, comprensivi di modulo sonoro a richiesta. La sostituzione delle pensiline produrrà comunque dei servizi aggiuntivi, in quanto nel caso di sostituzione, quelle precedenti saranno trasferite presso altre fermate bus attualmente sprovviste di copertura.

Una particolare attenzione verrà poi dedicata alla sicurezza sui bus di Atam, che attraverso l'investimento programmato, saranno dotati di un dispositivo, il cosiddetto "Adas", oggetto della fornitura, che una volta collegato al computer di bordo dei veicoli prevede un sistema di rilevamento di ostacoli, in grado di indicare la presenza di altri veicoli o oggetti sulla strada, e di segnalare eventuali situazioni di pericolo, di un sistema di avviso di collisione, di un sistema di avviso in emergenza, in grado di intervenire in modo automatico e tempestivo in caso di imminente collisione avvisando il conducente, di un sistema di rilevamento di pedoni e ciclisti, in grado di segnalare al conducente la presenza di utenti vulnerabili della strada, di un sistema di mantenimento della corsia, in grado di segnalare al conducente eventuali deviazioni dalla propria corsia di marcia ed infine di un sistema di rilevamento della stanchezza del conducente, in grado di segnalare eventuali situazioni di pericolo dovute alla fatica.

"Ancora una volta la buona programmazione promossa in questi anni ci consente di utilizzare i fondi extracomunali, in questo caso quelli del programma React - Pon Metro, per aumentare i servizi all'utenza in un settore nevralgico e molto utilizzato come quello del trasporto pubblico locale" hanno commentato a margine della riunione il sindaco facente funzioni Paolo Brunetti, gli assessori Domenico Battaglia e Giuggi Palmenta ed il sindaco metropolitano facente funzioni Carmelo Versace.

"Le dotazioni previste dal progetto costituiscono una grande opportunità per l'efficientamento del servizio di trasporti, migliorando l'esperienza di utilizzo, con maggiori e più puntuali informazioni per gli utenti, peraltro ottenute senza alcun dispendio energetico considerando l'utilizzo dei pannelli solari, ed una condizione di maggiore sicurezza per i conducenti dei bus, per gli altri veicoli e per ciclisti e pedoni".

"Dopo l'implementazione della flotta Atam, il progetto per la ristrutturazione del deposito e dei terminal, la creazione dei voucher gli abbonamenti annuali a prezzi vantaggiosi, questo ulteriore intervento, anch'esso realizzato con fondi comunitari, attraverso il React Pon Metro, costituisce un nuovo importante valore aggiunto per il sistema di trasporti cittadino, con una serie di strumenti che pongono il nostro parco mezzi e la stessa azienda cittadina titolare del servizio di trasporto pubblico ad un livello di avanguardia rispetto alle altre città italiane ed europee. E tutto grazie ad un'attenta programmazione che affonda le radici nelle linee di mandato del sindaco Falcomatà che fin dall'inizio del suo primo mandato ha puntato con decisione sul rilancio di Atam e sullo sviluppo del trasporto pubblico locale. Se pensiamo - concludono - a cosa era Atam qualche anno fa, con l'azienda fallita ed i lavoratori praticamente già a casa, ci rendiamo conto degli enormi passi in avanti compiuti e degli straordinari risultati ottenuti".

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.