Al via a Reggio Calabria i Progetti Utili alla Collettività per la cura del decoro urbano, Merenda: "Gli operatori coinvolti stanno già svolgendo un ottimo lavoro"

Il Consigliere delegato al Decoro Urbano ha espresso soddisfazione per il progetto attivato dal Comune che consentirà un aumento...



Il Consigliere delegato al Decoro Urbano ha espresso soddisfazione per il progetto attivato dal Comune che consentirà un aumento della forza lavoro dedicata alla pulizia di piazze, strade, scalinate, spiagge e aree pubbliche

Hanno preso il via i Progetti utili alla collettività (Puc) del settore comunale all’Ambiente. I cittadini percettori di Reddito di cittadinanza, infatti, sono stati coinvolti in attività di pulizia delle piazze, delle strade, delle scalinate, delle spiagge e delle aree che costituiscono l'ambiente urbano. Contestualmente, si occuperanno di manutenere il verde pubblico cittadino.

«Gli operatori coinvolti – ha spiegato il consigliere comunale delegato al Decoro urbano, Massimiliano Merenda – stanno svolgendo un ottimo lavoro. Grazie ai Puc, si porta avanti una delle linee di mandato del sindaco Giuseppe Falcomatà che hanno trovato impulso nell’attività del facente funzioni, Paolo Brunetti, e nell’efficacia operativa degli uffici interessati».

Coordinati dal settore Welfare ed affidati al comparto Ambiente, i Progetti utili alla collettività, per il consigliere Merenda, rappresentano «un forte stimolo per i percettori del Reddito di cittadinanza che hanno la possibilità di mantenersi attivi fornendo, contemporaneamente, un servizio efficace alla comunità».

«I Puc – ha concluso l’esponente della maggioranza - hanno un ruolo fondamentale per il riconoscimento della dignità delle persone e del lavoro. Li riteniamo, a ragion veduta, un’esperienza altamente formativa, positiva e propositiva che aiuta l’individuo in un contesto collettivo. Sono, insomma, un’opportunità per tutti: per chi vuole rimettersi in gioco dopo un passato lavorativo travagliato e per la città che trae beneficio da questa rinnovata voglia di riscatto sociale».

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.