Reggio Calabria punta sullo street food: a bando cinque postazioni stagionali nel centro storico

La Giunta comunale ha approvato il piano su proposta dell'Assessora alle Attività Produttive Angela Martino. Le postazioni s...



La Giunta comunale ha approvato il piano su proposta dell'Assessora alle Attività Produttive Angela Martino. Le postazioni saranno messe a bando tramite avviso pubblico in pubblicazione sul portale istituzionale dell'Ente

L'amministrazione comunale di Reggio Calabria riconosce il valore dello street food e lo fa mettendo a bando cinque postazioni stagionali nel centro storico cittadino.

"Il cosiddetto cibo di strada un tempo era considerato quasi un ripiego alla ristorazione classica - dichiara l'assessora comunale allo Sviluppo Economico, Angela Martino - oggi si è evoluto, diventando una nuova frontiera della gastronomia, dove il gusto della semplicità e della tradizione culinaria si mescolano con elementi di modernità. Le specialità locali e regionali sono i valori alla base dello street food, peculiarità che rischiano di perdersi e disperdersi nel mondo globalizzato. Sono queste alcune delle ragioni che hanno spinto la giunta comunale ad approvare una delibera tesa ad offrire questa opportunità alle imprese che operano nel comparto gastronomico, proponendo di salvaguardare i prodotti agroalimentari tradizionali del nostro territorio e promuovendo una sana cultura alimentare".

Le autorizzazioni, che saranno concesse attraverso avviso pubblico di prossima pubblicazione sul portale istituzionale dell'ente, avranno durata triennale e riguarderanno posteggi nelle seguenti location: piazza Carmine, piazza Castello, largo Colombo, lungomare Falcomata' e largo Missori.

"Le caratteristiche che dovrà possedere il mezzo itinerante per la vendita dello street food sono state pensate avendo particolare riguardo alla tutela ambientale - conclude l'assessora - L'auspicio è che i nostri imprenditori vogliano cimentarsi in questa nuova avventura, rendendosi protagonisti di un modo insieme antico e innovativo di fare cultura culinaria, indubbiamente uno degli asset principali del nostro capitale territoriale".

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.