Reggio Calabria sarà una “Sport City”: a settembre l’evento dedicato alla salute e al benessere psicofisico

Ricevuti a Palazzo Alvaro, alla presenza dei sindaci facente funzioni della Città Metropolitana, Carmelo Versace, e del Comune d...



Ricevuti a Palazzo Alvaro, alla presenza dei sindaci facente funzioni della Città Metropolitana, Carmelo Versace, e del Comune di Reggio Calabria, Paolo Brunetti, e del Delegato allo Sport Giovanni Latella, i vertici della Fondazione "Sport City" promotori dell'iniziativa che si terrà anche a Reggio Calabria nei prossimi mesi

Si è svolto presso la Biblioteca di Palazzo Alvaro l’incontro istituzionale tra i referenti della “Fondazione Sport City”, i Sindaci facenti funzioni della Città Metropolitana, Carmelo Versace, e del Comune di Reggio Calabria, Paolo Brunetti, ed il consigliere delegato allo Sport della Città Metropolitana e del Comune Giovanni Latella.

Un confronto estremamente proficuo, sereno e con totale armonia di intenti ha preceduto la ratifica dell’adesione della città dello Stretto all’iniziativa di carattere nazionale delle “Sport Cities” che coinvolge oltre 100 città italiane nel nome di “sport e salute”.

La descrizione dell’iniziativa è stata sviluppata ed articolata dal presidente nazionale della Fondazione Fabio Pagliara accompagnato dal delegato regionale Giandomenico Stilo, dal direttore per le attività sportive Paolo Albino e dal responsabile marketing e comunicazione Giuseppe Praticò.

Al centro del progetto lo sport, non solo come mera attività atletica ma anche come strumento essenziale di salute e benessere psicofisico, e quindi come elemento di prevenzione di alcune delle patologie più diffuse collegate ad abitudini alimentari errate che rischiano di divenire così diffuse da costituire, da qui a qualche decennio, una vera e propria “pandemia”, per l’enorme difficoltà di gestione che implicherebbero.

Sport, quindi, a 360° ma accompagnato da un messaggio fortissimo sul benessere della comunità. Messaggio per la cui veicolazione lo stesso Pagliara chiede proprio il sostegno alle Istituzioni, di ogni ordine e grado, anticipando la disponibilità di testimonial di carattere nazionale e della volontà di coinvolgimento di scuole, associazioni, società civile in genere.

La data individuata dovrebbe essere, salvo avverse condizioni climatiche, quella del 17 di settembre prossimo, verosimilmente teatro dell’iniziativa sarà il nostro stupendo Lungomare. Stessa data, quindi, in cui si svolgerà l’iniziativa sul territorio nazionale in contemporanea con tutte le altre città italiane aderenti.

“La qualità della vita al centro per cambiare il paradigma dell’approccio culturale migliorando pratiche comuni in grado di migliorare sensibilmente la nostra salute ed innalzare finanche l’asticella dell’aspettativa di vita”.Il Presidente Pagliaro ha voluto rilevare, tra le altre cose, come e quanto incidono in negativo, rispetto al modo di alimentarsi ad esempio, il degrado culturale, l’assenza di un’adeguata informazione o educazione al modo in cui ci nutriamo.

Sia Versace che Brunetti, nonché lo stesso consigliere Latella, hanno coralmente e positivamente accolto l’invito manifestando entusiasmo e piena disponibilità a sostenere l’evento in ogni sua forma. Convinti, anche a livello istituzionale, che lo sport svolga una funzione non solo essenziale ma addirittura “indispensabile” nel tessuto sociale quale elemento forte di socialità, convivenza civile, emancipazione ed ovviamente di benessere. "Un tempo si giocava in strada - affermano - oggi sembra si faccia di tutto, piuttosto, per levare i ragazzi dalla strada. Riportarli nelle strade, intese come luoghi di socialità e di incontro, naturalmente da vivere in sicurezza, sottraendoli alla sedentarietà ed a stili di vita “virtuali” sembra essere l’obiettivo condiviso di “Fondazione Sport City" ed Istituzioni locali. Obiettivo ambizioso ma non impossibile in quanto avvincente e positivo".

L’appuntamento a Reggio, dunque, è per il 17 settembre: un’opportunità per la città intera di vivere una giornata di alto valore sportivo e culturale






Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.