Un nuovo importante tassello per il recupero dei minori a rischio: l'iniziativa della Don Milani presso l'Istituto penale di Cz

Il 24 giugno 2023  presso l'Istituto penale per minori di Cz, si svolgerà un'importante iniziativa che  coinvolge la comunit...

Il 24 giugno 2023  presso l'Istituto penale per minori di Cz, si svolgerà un'importante iniziativa che  coinvolge la comunità ministeriale, il Bocale Calcio Admo e la Don Milani. Questo evento  rappresenta un fondamentale passo avanti nelle attività della Don Milani, un'organizzazione da anni impegnata nel recupero dei minori a rischio nel nostro territorio.

Durante la giornata del 24 giugno,  sarà reso omaggio a Giovanni Cogliandro, uno storico dirigente del Bocale, che vive per sempre nei nostri cuori. Un momento di riflessione e ricordo per un individuo che ha lasciato un'impronta indelebile nella comunità locale.

La Don Milani, insieme alle altre organizzazioni coinvolte,  sottolineano l'importanza di operare non solo con la mente, ma soprattutto con il cuore. Questo approccio umanitario è alla base del loro impegno costante nel fornire supporto e opportunità ai minori che hanno commesso errori, ma che meritano comunque di andare avanti nella vita.

L'evento porrà l'attenzione su una tematica cruciale: il diritto dei giovani a una seconda possibilità. La Don Milani, grazie al suo impegno instancabile, si è posta come obiettivo principale quello di offrire un futuro diverso e promettente per i ragazzi che si trovano in situazioni di difficoltà. Questa iniziativa è solo una delle molte azioni che l'organizzazione intraprende per fornire un sostegno completo e un ambiente favorevole alla crescita e al cambiamento positivo.

Un ringraziamento particolare va al Presidente Cogliandro del Bocale, al Direttore Pellegrino dell'Ipm, al Direttore Martelli del Cpa e al Dr. Fazzello, i quali hanno contribuito al successo di questa iniziativa. Il loro supporto e la loro collaborazione sono stati fondamentali per portare avanti l'importante lavoro della Don Milani.

La Don Milani, insieme alle altre organizzazioni coinvolte, ha ribadito il proprio impegno a essere presente e operativo a favore dei minori a rischio, perché crede che tutti abbiano il diritto di scegliere e di costruire un futuro migliore. Questa iniziativa  dimostra ancora una volta che quando la comunità si unisce, può fare la differenza nella vita dei giovani più vulnerabili.

L'evento del 24 giugno segnerà un traguardo significativo, ma è solo l'inizio di un percorso ancora più ampio. La Don Milani continuerà a lavorare istantaneamente per garantire che i minori a rischio abbiano l'opportunità di redimersi, crescere e contribuire positivamente alla società. Perché, come affermano con forza, si può essere liberi di scegliere e costruire un futuro diverso per i nostri ragazzi.

 L'impegno della Don Milani e delle altre organizzazioni coinvolte rimarrà costante e senza sosta, poiché si ritiene nella capacità di ogni individuo di rigenerarsi e di contribuire alla società in modo positivo.

La giornata del 24 giugno ha rappresenta un momento di profonda riflessione sulla necessità di offrire supporto e opportunità ai minori a rischio. È  un'occasione per ribadire che anche coloro che hanno commesso errori meritano una seconda possibilità e un futuro migliore. La Don Milani, insieme alla comunità ministeriale, al Bocale Calcio Admo e agli altri partner, continueranno a lavorare con dedizione e passione per garantire che i giovani che si trovano in situazioni difficili possano trovare speranza e realizzare il proprio potenziale.

L'evento del 24 giugno evidenzia l'importanza della collaborazione tra diverse istituzioni e organizzazioni per affrontare le sfide legate al recupero dei minori a rischio. Il ringraziamento speciale è stato rivolto al Presidente Cogliandro del Bocale, al Direttore Pellegrino dell'Istituto penale per minori, al Direttore Martelli del Centro di prima accoglienza e al Dr. Fazzello, figure chiave che hanno contribuito alla realizzazione di questa iniziativa.

La Don Milani, insieme ai suoi collaboratori, continua a credere che il cambiamento possa avvenire attraverso l'impegno concreto e l'amore sincero per gli altri. Il loro lavoro non si fermerà mai, poiché sono consapevole dell'importanza di offrire sostegno, educazione e opportunità per aiutare i giovani a costruire una vita migliore.

L'iniziativa del 24 giugno  dimostra che la comunità può fare la differenza nella vita dei minori a rischio. Con il sostegno della Don Milani e di tutte le organizzazioni coinvolte, i giovani avranno l'opportunità di superare le loro difficoltà, imparare dai propri errori e progredire lungo un percorso di crescita personale e sociale.

La Don Milani e i suoi partner si impegnano a essere presenti per i minori a rischio, a offrire loro una mano tesa ea creare un ambiente di supporto e fiducia. Perché, come sottolineano con forza, tutti hanno il diritto di essere liberi di scegliere e di costruire un futuro migliore, indipendentemente dai propri trascorsi.

La giornata del 24 giugno  segna un punto di svolta nella lotta per il recupero dei minori a rischio. Sarà un momento di riflessione, di commemorazione e di impegno rinnovato per creare un futuro più luminoso per i giovani che hanno bisogno di aiuto. La Don Milani e la sua rete di sostegno continueranno a lavorare instancabilmente per offrire speranza e opportunità, perché credono nel potenziale di ogni singolo individuo e nel suo diritto di una vita migliore.

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.