La Città Metropolitana rilancia sugli eventi estivi: il 27 luglio a Siderno arriva la leggenda dei Blues Brothers

Con l'investimento in Città per le Frecce Tricolori ed il sostegno alle attività legate alla Varia sulla Piana, la Metrocity...



Con l'investimento in Città per le Frecce Tricolori ed il sostegno alle attività legate alla Varia sulla Piana, la Metrocity ora guarda all'area jonica con un grande evento internazionale che vedrà protagonista uno dei gruppi che hanno segnato la storia della musica e del cinema a livello mondiale

Mentre Reggio Calabria attende già con il naso all' insù per il prossimo weekend con il Festival dell'Aria e le Frecce Tricolori, e la piana di Gioia Tauro si prepara alla celebrazione della biennale della Varia con un ricco calendario di eventi e spettacoli, la Città Metropolitana si rivolge adesso alla costa jonica reggina con un nuovo straordinario evento musicale che coinvolgerà uno dei gruppi che hanno segnato la storia della musica e del cinema a livello mondiale.

Un evento destinato a rimanere nella storia della musica e dello spettacolo in Calabria: il 27 luglio alle ore 21:30 nello scenario del Lungomare delle Palme di Siderno (Rc), direttamente dagli Stati Uniti arrivano i mitici Original Blues Brothers Band, capitanati da “Blue” Lou Marini al sax e Steve “The Colonel” Cropper alla chitarra. Nella straordinaria line up di uno dei gruppi che hanno segnato la storia del cinema e della musica a livello mondiale anche Leon “The Lion” Pendarvis, tastiere, “Smokin” John Tropea, chitarra, James “Hag” Haggerty, basso, Lee “Funkeytime” Finkelstein, batteria, Larry “Trombonius Maximus” Farrell, trombone, Steve “Catfish” Howard, tromba, Bobby “Sweet Soul” Harden, voce, Rob “Sweet Soul” Paparozzi, voce e harmonica, Tommy “Pipes” Mc Donnell, voce.

Tra le pochissime uscite di quest'anno in Italia, il Blues Brothers segneranno una nuova straordinaria vetrina per il territorio metropolitano. "Un evento eccezionale - commenta il Sindaco facente funzioni Carmelo Versace - che ancora una volta richiamerà i riflettori internazionali sul nostro territorio, fatto che ormai avviene sempre più spesso". Già previsto un passaggio della band, subito prima del Concerto, al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, con una foto ricordo di fronte ai Bronzi di Riace, in uno degli eventi di chiusura legati alle celebrazioni del cinquantesimo anniversario, che ancora una volta farà il giro del mondo.

La band, protagonista del film epico del 1980 “The Blues Brothers”, è appena sbarcata in Europa per 6 concerti: due in Spagna, questa sera ad El Ferrol e il 29 luglio a Bilbao, uno in Svizzera al festival del Cinema di Locarno e tre in Italia, a Molfetta il 25 luglio, appunto a Siderno il 27 luglio e al Dromos Festival di Cabras in Sardegna il 4 agosto.

L’eccezionale concerto in Calabria, promosso dalla Città Metropolitana naturalmente ad ingresso gratuito, fa parte degli eventi del calendario dell'Estate metropolitana ed è realizzato con la collaborazione della sua società in house Svi.Pro.re. S.p.a., il Comune di Siderno, in apertura del suo festival “Immersi nel Blu” che celebrerà la bandiera blu del mar jonio dal 28 al 30 luglio, e il festival “Fatti di Musica” di Ruggero Pegna, che consegnerà alla band il “Riccio d’Argento” di Gerardo Sacco, oscar del live, nella sezione del Festival riservata ai “Miti della Musica Mondiale”.

The Original Blues Brothers Band ha un esordio particolare. Nel 1978 Dan Aykroyd e John Belushi vanno in scena al Saturday Night Live nei panni dei Blues Brothers e, grazie all’enorme successo dello sketch, trasformano l’intermezzo comico in un vero e proprio progetto musicale che sarà responsabile dell’introduzione di intere generazioni ai generi soul e blues. La line-up della band viene scelta con cura da Aykroyd e Belushi per accompagnare il duo fondatore nel cult cinematografico del 1980, The Blues Brothers, diretto da John Landis. Arrivano quindi Lou “Blue Lou” Marini (sassofono)e Tom Malone (sassofono e trombone), Steve Cropper (chitarra), Donald “Duck” Dunn (batteria) e Matt “Guitar” Murphy (chitarra). Tra il 1978 e il 1980 incidono e pubblicano due live album, Briefcase Full of Blues (1978) e Made in America (1980), a cui segue The Best of the Blues Brothers del 1981, che consolida l’enorme successo ottenuto in solo tre anni. La prematura dipartita di John Belushi nel 1982 segna l’inizio di un periodo di interruzione della produzione musicale. La pausa accresce ancora di più il leggendario alone di celebrità che circonda la band e nel 1988 Cropper, Dunn, Murphy e gli altri membri riformano la band e si imbarcano in un tour mondiale di grande successo. Nel 1992 The Original Blues Brothers Band pubblica Red White and Blues, progetto musicale dalle sonorità R&B caratteristiche dell’iconico gruppo, che vede anche la partecipazione di Aykroyd (alias “Elwood Blues”) nel brano “Red, White & Blues”. Nel 1995, all’evento in memoria del quarantaseiesimo compleanno di John Belushi, The Original Blues Brothers Band incontra il cantautore, icona del blues italiano, Zucchero Fornaciari. L’incontro da vita ad una collaborazione comprendente un concerto, che vede sul palco la celebre band e l’icona italiana, e la partecipazione dei “fratelli del blues” nel videoclip di “Per Colpa di Chi?”. Il vero estro artistico della band viene fuori nelle esibizioni dal vivo. È per questo che The Original Blues Brothers
Band si dedica soprattutto ai live, esibendosi sui palchi più famosi del mondo: ricordiamo la performance al Teatro Olympia di Parigi, da cui sono state tolte le poltrone per permettere al pubblico di poter ballare liberamente, ma anche la data per l’italianissimo Pistoia Blues Festival e la partecipazione alla cinquantaquattresima edizione del Festival di Sanremo nel 2004, insieme a Andrea Mingardi con “È la musica”.




Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.