La solitudine dei Numeri Primi

In un freddo pomeriggio d'inverno, nel tranquillo paese di Roccaforte del Greco, un'atmosfera di solitudine avvolgeva i ...


In un freddo pomeriggio d'inverno, nel tranquillo paese di Roccaforte del Greco, un'atmosfera di solitudine avvolgeva i suoi abitanti.

Ma c'era un gruppo particolare che viveva in quella tranquilla cittadina: "i numeri PRIMI." Questi individui, dotati di un talento unico e straordinario, erano spesso oscurati dalla monotonia e dalla mancanza di prospettive del loro presente.

Marco, dopo molti anni, ritorna nel suo paese natale. I ricordi dell'infanzia, luminosi e affettuosi, si mescolano con la malinconia di un presente grigio e desolato. Nel suo cuore, c'è la determinazione di rompere la monotonia e cambiare le cose per se stesso e per gli altri numeri PRIMI.

Marco inizia a socializzare e condividere le sue idee con gli altri abitanti del paese, cercando di spingerli a esprimere il loro potenziale. Trova sostenitori tra i suoi vecchi amici e i genitori, che lo incoraggiano a perseguire il suo scopo di ridare speranza e vitalità alla comunità.

Man mano che il tempo passa, il giovane Marco si scontra con le difficoltà e le resistenze di coloro che si aggrappano alla loro solitudine e frustrazione. Tuttavia, la sua passione e dedizione nel diffondere positività e cambiamento iniziano a fare breccia nel cuore di molte persone.

Con il passare dei giorni, la cittadina comincia a risplendere di nuovo, come in un caleidoscopio di colori e speranze. I numeri PRIMI si riscoprono, si incontrano, si confrontano e si supportano a vicenda, creando una rete di solidarietà e amicizia che non si era vista da tempo.

In questa nuova realtà, i talenti nascosti emergono, le abilità vengono valorizzate, e la solitudine inizia a svanire come un'ombra che si dissolve al sole. I numeri PRIMI trovano una nuova forza interiore, sapendo di poter fare la differenza e che insieme possono costruire un futuro radioso.

E così, Roccaforte del Greco diventa un luogo speciale, dove la solitudine dei numeri PRIMI lascia spazio a una comunità unita e vibrante. Marco capisce che la bellezza dei ricordi sta nel crearne di nuovi, ogni giorno, e nel condividerli con gli altri per creare un legame duraturo.

E così, il racconto di Roccaforte del Greco e dei suoi numeri PRIMI diventa un messaggio di speranza, di resilienza e di come l'amore e l'attenzione per gli altri possano trasformare persino il luogo più desolato in un luogo pieno di gioia e vita.

Luigi Palamara

Abstract dal libro Il Castello dei Sogni Incantati di Luigi Palamara

Dipinto di Luigi Palamara
Info: 388 838 5889

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.