Falcomatà incontra l'Associazione Borgo Croce: "Metrocity al fianco di un progetto virtuoso, da replicare in altre aree del comprensorio"

Il sindaco della Città Metropolitana ha accolto a Palazzo Alvaro i rappresentanti della realtà associativa che ha rivitalizzato ...


Il sindaco della Città Metropolitana ha accolto a Palazzo Alvaro i rappresentanti della realtà associativa che ha rivitalizzato e cambiato il destino della piccola frazione del Comune di Fiumara

Il sindaco Giuseppe Falcomatà, nei saloni di Palazzo Alvaro, ha incontrato Mariagrazia Chirico, Francesco Chirico e Francesco Scopelliti dell'associazione Borgo Croce, una realtà che ha rivitalizzato, cambiato il volto e il destino della piccola frazione del Comune di Fiumara di Muro.

«La Città Metropolitana - ha detto Falcomatà - sosterrà sempre quanti, animati da forte senso civico, si impegnano e donano se stessi per la crescita e lo sviluppo del nostro bellissimo territorio. L'esempio che arriva da Borgo Croce è qualcosa di straordinario e che sarebbe bello fosse replicato in altre parti del comprensorio per fronteggiare il rischio spopolamento ed il mancato sviluppo di molte aree interne».

«La forza e la determinazione di Mariagrazia Chirico e di tutti i volontari dell'associazione - ha sottolineato il sindaco - hanno letteralmente dato nuova vita non solo a Croce, ma a tutte le aree limitrofe al borgo. Oggi, infatti, l'area è frequentata da migliaia di reggini, ma soprattutto da tantissimi turisti incuriositi da questa bella storia di resilienza, rinascita e riscatto sociale. Ciò che sta accadendo a Borgo Croce dimostra come, attraverso uno spirito di puro servizio e di amore per la propria terra e le proprie radici, si possano raggiungere obiettivi inimmaginabili per moltissimi professionisti del settore o amministratori locali. I numeri che si stanno registrando in termini di presenze, nella pressoché totale assenza di servizi, sono davvero impressionanti».

«Il nostro più sincero ringraziamento - ha concluso Giuseppe Falcomatà - è rivolto a Mariagrazia Chirico, a suo fratello Francesco, a Francesco Scopelliti e a tutte le persone che stanno dando l'anima per rilanciare lo sviluppo e l'immagine di Borgo Croce, riuscendo a coinvolgere, in questa splendida avventura, ognuno dei 46 residenti della piccola frazione collinare. È un paese che vive per il paese. Una vera e propria favola di comunità che sta dando una lezione di civismo, civiltà e attaccamento al territorio. Questa è la Calabria che ci piace, questi sono i calabresi che ci rendono orgogliosi e che tutto il mondo dovrebbe conoscere».

Parole apprezzate da Mariagrazia Chirico e dai volontari dell'associazione Borgo Croce che «credono fortemente nel sostegno da parte dell'Ente». «Siamo noi a ringraziare il sindaco Falcomatà - ha detto Chirico - che ha compreso appieno il senso del nostro agire. Siamo felici per l'esito di un incontro che riconosce la bontà del lavoro portato avanti per Croce e per una terra che amiamo». «Mentre gli arrivi al borgo non conoscono sosta - ha proseguito Mariagrazia Chirico - siamo all'opera per allestire un cartellone natalizio come non si è mai visto dalle nostre parti. Borgo Croce si appresta a vivere uno dei momenti più significativi ed importanti della propria storia. Il supporto del sindaco Falcomatà e di Palazzo Alvaro è per noi davvero importante e ci responsabilizza a fare sempre di più e meglio. Ed è segno, comunque, di come di come la strada intrapresa sia quella giusta».

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.