Il Declino di Roccaforte del Greco: La Triste Storia di un Sindaco Fallimentare

Roccaforte del Greco (Reggio Calabria), un antico borgo incastonato nell'Aspromonte, è al centro di una crisi inarrestabile...


Roccaforte del Greco (Reggio Calabria), un antico borgo incastonato nell'Aspromonte, è al centro di una crisi inarrestabile che minaccia la sua stessa esistenza. Negli ultimi dieci anni, il destino ha portato al potere Domenico Penna, meglio conosciuto come Cimabue, con appena 200 voti.

Ma questo è stato solo l'inizio di un disastro politico senza precedenti. Con Penna alla guida, il tessuto vitale del paese si è sgretolato sotto i nostri occhi. Le scuole hanno chiuso, il forno ha abbassato le saracinesche, e il campo sportivo è stato abbandonato al degrado. Non c'è stata alcuna iniziativa per sostenere la comunità, solo un desolante vuoto.

La situazione è resa ancora più devastante dal silenzio complice della popolazione. Penna, un estraneo senza alcun attaccamento a Roccaforte del Greco, è diventato il peggiore sindaco nella storia del paese. Nessun progetto concreto, tranne per una ridicola idea di una funivia verso il mare, che si è rivelata un incubo piuttosto che un sogno.


Quest'uomo, che si firmava professore senza alcun titolo accademico, è diventato una maledizione per Roccaforte del Greco. È ora che gli abitanti si sveglino e si rendano conto della sua completa incompetenza. La sua presenza con la fascia tricolore è solo una beffarda parodia di leadership, mentre il paese si trasforma sempre di più in un luogo fantasma.

Il signor Penna deve lasciare Roccaforte del Greco, dimettersi, il paese che non ha mai veramente conosciuto né amato. Coloro che lo hanno votato hanno solo contribuito a distruggere se stessi. È tempo di porre fine a questo triste capitolo nella storia di Roccaforte del Greco, prima che sia troppo tardi.

Luigi Palamara
#roccafortedelgreco
#cimabue
#palamaraluigi #luigipalamara

@luigi.palamara

RIFLESSIONI a cura di Luigi Palamara sulla spiaggia davanti lo Stretto di Scilla e Cariddi. Reggio Calabria 6 febbraio 2020#reggiocalabria #palamaraluigi #luigipalamara #scillaecariddi #stretto #mare #etna #messina

♬ suono originale - Luigi Palamara
@luigi.palamara Il Declino di Roccaforte del Greco: La Triste Storia di un Sindaco Fallimentare Roccaforte del Greco (Reggio Calabria), un antico borgo incastonato nell'Aspromonte, è al centro di una crisi inarrestabile che minaccia la sua stessa esistenza. Negli ultimi dieci anni, il destino ha portato al potere Domenico Penna, meglio conosciuto come Cimabue, con appena 200 voti. Ma questo è stato solo l'inizio di un disastro politico senza precedenti. Con Penna alla guida, il tessuto vitale del paese si è sgretolato sotto i nostri occhi. Le scuole hanno chiuso, il forno ha abbassato le saracinesche, e il campo sportivo è stato abbandonato al degrado. Non c'è stata alcuna iniziativa per sostenere la comunità, solo un desolante vuoto. La situazione è resa ancora più devastante dal silenzio complice della popolazione. Penna, un estraneo senza alcun attaccamento a Roccaforte del Greco, è diventato il peggiore sindaco nella storia del paese. Nessun progetto concreto, tranne per una ridicola idea di una funivia verso il mare, che si è rivelata un incubo piuttosto che un sogno. Quest'uomo, che si faceva chiamare professore senza alcun titolo accademico, è diventato una maledizione per Roccaforte del Greco. È ora che gli abitanti si sveglino e si rendano conto della sua completa incompetenza. La sua presenza con la fascia tricolore è solo una beffarda parodia di leadership, mentre il paese si trasforma sempre di più in un luogo fantasma. Il signor Penna deve lasciare Roccaforte del Greco, dimettersi, il paese che non ha mai veramente conosciuto né amato. Coloro che lo hanno votato hanno solo contribuito a distruggere se stessi. È tempo di porre fine a questo triste capitolo nella storia di Roccaforte del Greco, prima che sia troppo tardi. Luigi Palamara #roccafortedelgreco #cimabue #palamaraluigi #luigipalamara ♬ suono originale - Mindset_Revolution
@luigi.palamara CLAMOROSO A ROCCAFORTE DEL GRECO il signor Domenico Penna si firma Prof. ma non è PROFESSORE. Video del 15 novembre 2015 Roccaforte del Greco (Reggio Calabria), un antico borgo incastonato nell'Aspromonte, è al centro di una crisi inarrestabile che minaccia la sua stessa esistenza. Negli ultimi dieci anni, il destino ha portato al potere Domenico Penna, meglio conosciuto come Cimabue, con appena 200 voti. Ma questo è stato solo l'inizio di un disastro politico senza precedenti. Con Penna alla guida, il tessuto vitale del paese si è sgretolato sotto i nostri occhi. Le scuole hanno chiuso, il forno ha abbassato le saracinesche, e il campo sportivo è stato abbandonato al degrado. Non c'è stata alcuna iniziativa per sostenere la comunità, solo un desolante vuoto. La situazione è resa ancora più devastante dal silenzio complice della popolazione. Penna, un estraneo senza alcun attaccamento a Roccaforte del Greco, è diventato il peggiore sindaco nella storia del paese. Nessun progetto concreto, tranne per una ridicola idea di una funivia verso il mare, che si è rivelata un incubo piuttosto che un sogno. Quest'uomo, che si firmava professore senza alcun titolo accademico, è diventato una maledizione per Roccaforte del Greco. È ora che gli abitanti si sveglino e si rendano conto della sua completa incompetenza. La sua presenza con la fascia tricolore è solo una beffarda parodia di leadership, mentre il paese si trasforma sempre di più in un luogo fantasma. Il signor Penna deve lasciare Roccaforte del Greco, dimettersi, il paese che non ha mai veramente conosciuto né amato. Coloro che lo hanno votato hanno solo contribuito a distruggere se stessi. È tempo di porre fine a questo triste capitolo nella storia di Roccaforte del Greco, prima che sia troppo tardi. Luigi Palamara #roccafortedelgreco #cimabue #palamaraluigi #luigipalamara #professore ♬ suono originale - Luigi Palamara

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.