Comune di Reggio Calabria e Università Mediterranea insieme per la governance efficace delle Società partecipate

Sottoscritta a Palazzo San Giorgio, alla presenza del sindaco facente funzioni Paolo Brunetti e del Direttore del Dipartimento Digies Daniel...

Sottoscritta a Palazzo San Giorgio, alla presenza del sindaco facente funzioni Paolo Brunetti e del Direttore del Dipartimento Digies Daniele Cananzi, la convenzione che punta al rafforzamento della capacità gestionali dell’Ente nella gestione delle società partecipate ed in house ed al potenziamento degli strumenti di controllo e vigilanza


E' stata firmata nei giorni scorsi a Palazzo San Giorgio la Convenzione tra il Comune di Reggio Calabria e il Dipartimento di Giurisprudenza Economia e Scienze Umane dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria per il supporto scientifico al management e al controllo delle società partecipate e in house dell’istituzione cittadina.

Al tavolo presenti il Sindaco facente funzioni del Comune di Reggio Calabria Paolo Brunetti, il Direttore del Digies Daniele Cananzi, l’Assessore alle Partecipate Francesco Gangemi, il Direttore Generale del Comune, Demetrio Barreca, e la funzionario Alta Professionalità della Direzione Generale Anna Crea.

La stipula dell’accordo - è scritto in una nota diffusa da Palazzo San Giorgio - è il frutto di un lungo processo di confronto e collaborazione che vede sempre più le due istituzioni cittadine lavorare fianco a fianco per il rilancio del sistema socio-economico territoriale. Percorso che non può prescindere da importanti interventi di capacity building e di rafforzamento della capacità gestionali dell’Ente, tra i quali appunto lo sviluppo delle competenze manageriali delle società partecipate ed in house del Comune, nonché il potenziamento degli strumenti di controllo e vigilanza sugli stessi.

Trasparenza e qualità sono gli asset prioritari sui quali il comune intende improntare la gestione dei servizi di competenza delle società partecipate ed in house. Controllo e garanzia di buona gestio: questi i principi cui deve essere orientato il sistema di controllo delle stesse.

Da qui la collaborazione con il Digies, "esempio di fattiva interlocuzione - come definita dallo stesso Sindaco facente funzioni Paolo Brunetti - e messa a sistema delle potenzialità territoriali al servizio della comunità". Un accordo di collaborazione bilaterale scientifica di studio e scambio di servizi e tecnologie, di attività di ricerca, di consulenza, di formazione accademica e professionale a supporto scientifico del management per il controllo delle società partecipate e in house e quindi, indirettamente, a supporto dei concittadini fruitori dei servizi erogati dalle stesse.

La collaborazione si espliciterà in un insieme articolato di interventi che prevedono in primis il supporto scientifico offerto dall’Università alla dirigenza dell’Ente per poi svilupparsi in programmi di alta formazione del personale comunale e delle società partecipate, nella promozione di master dai contenuti strettamente operativi e funzionali all’operatività delle stesse, oltre che la promozione di tirocini e stage formativi destinati agli studenti e di altre progettualità in grado di avvicinare i giovani più promettenti al pubblico servizio, fornendo al contempo spunti di crescita professionale ed idee innovative per la gestione dei servizi locali.

Con il progressivo processo di aziendalizzazione della pubblica amministrazione, che vede sempre più centrali i principi di economicità, efficienza ed efficacia di gestione della cosa pubblica, anche e soprattutto attraverso gli Enti strumentali della PA, il continuo interscambio scientifico, dottrinale ed operativo tra Università ed Enti Locali rappresenta un’opportunità cruciale per non disperdere l’importante patrimonio di idee ed intelligenze del nostro territorio. "La strada è lunga - ha dichiarato ancora il sindaco facente funzioni - ma la volontà pervicace e le idee innovative non mancano. E per questo ci tengo a ringraziare gli uffici che hanno lavorato per giungere alla sottoscrizione di questa importante convenzione e naturalmente l'Università Mediterranea per la straordinaria disponibilità dimostrata".

“La convenzione - ha affermato il professore Daniele Cananzi dell'Università Mediterranea - costituisce un ulteriore obiettivo conseguito nel rapporto di collaborazione tra il Digies ed il Comune di Reggio Calabria. Siamo ben lieti di fornire un supporto scientifico per il controllo delle società partecipate ed in house e siamo felici che la formalizzazione di questo accordo si sia potuta concretizzare grazie alla disponibilità di stage formativi e curriculari, master e corsi di alta formazione. Nella collaborazione istituzionale dei protagonisti del territorio ritengo questa iniziativa rappresenti un importante passo avanti”





Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.