Intervista ad un sindacalista dell'USB, Rocco Coluccio, sulla protesta dei lavoratori a Reggio Calabria

Reggio Calabria 26 maggio 2023 - Oggi, in piazza Italia, si è tenuta una protesta organizzata dall'Unione Sindacale di Base (USB), che h...

Reggio Calabria 26 maggio 2023 - Oggi, in piazza Italia, si è tenuta una protesta organizzata dall'Unione Sindacale di Base (USB), che ha visto la partecipazione di numerosi lavoratori determinati a far sentire la propria voce. Abbiamo avuto l'opportunità di intervistare, un sindacalista dell'USB, per comprendere le ragioni di questa manifestazione e le problematiche che i lavoratori italiani affrontano quotidianamente.

Il sindacalista Rocco Coluccio ha sottolineato le gravi lacune riguardanti la sicurezza nei posti di lavoro in Italia, evidenziando come molti lavoratori siano costretti ad operare in condizioni precarie, esposti a rischi per la propria salute e incolumità. Ha inoltre denunciato la disparità di salario e stipendi rispetto ad altri paesi europei, sottolineando come i lavoratori italiani siano svantaggiati dal punto di vista economico rispetto ai loro colleghi all'estero.

"La crescita economica in Italia è oramai ferma da oltre 30 anni, e non possiamo più rimanere in silenzio", ha dichiarato il sindacalista con fermezza. "Assistiamo ad una distribuzione della ricchezza fortemente sbilanciata, concentrata solo nelle mani di una piccola parte del Paese. Il 20% della popolazione possiede l'80% della ricchezza totale dell'intera Italia, e addirittura il 2% di questo 20% detiene il resto della ricchezza. Questa discrepanza economica spiega chiaramente l'aumento della povertà nel nostro Paese."

Secondo il sindacalista, è giunto il momento di cambiare radicalmente le politiche economiche e sociali in Italia. È necessario agire per ridistribuire equamente la ricchezza, garantendo salari dignitosi a tutti i lavoratori e creando opportunità di crescita economica. "Altrimenti, il disagio sociale che si avverte sempre più intensamente può sfociare in eventi violenti imprevedibili", ha avvertito.

La protesta odierna a Reggio Calabria rappresenta solo un segnale dell'insoddisfazione e della frustrazione crescente tra i lavoratori italiani. L'USB ei sindacalisti come anche Aurelio Monte si impegnano molto per i diritti dei lavoratori e per un cambiamento significativo nella società italiana, affinché sia ​​garantito un futuro migliore per tutti.

Luigi Palamara
REGGIO CALABRIA 26 MAGGIO 2023


/div>

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.