Palestre scolastiche della Città Metropolitana: aperto il bando per associazioni e società sportive

La manifestazione d'interesse aperta quest'anno in anticipo consentirà agli interessati di richiedere l'utilizzo di ...



La manifestazione d'interesse aperta quest'anno in anticipo consentirà agli interessati di richiedere l'utilizzo di spazi e orari delle strutture sportive presenti su tutto il territorio metropolitano

Ci sarà tempo fino al prossimo 31 luglio per richiedere la possibilità di usufruire delle palestre scolastiche, in dotazione della Città Metropolitana, per svolgere attività sportiva non professionistica. L’Ente, infatti, ha pubblicato il bando rivolto a società e associazioni sportive dilettantistiche, alle parrocchie ed ai gruppi sportivi oratoriali (Gso) purché affiliati a Federazioni Sportive Nazionali o agli Enti di promozione sportiva riconosciuti dal Coni e/o dal Comitato Italiano Paralimpico.

«Con netto anticipo rispetto al passato - hanno sottolineato i consiglieri metropolitani delegati all’Istruzione ed allo Sport, Rudi Lizzi e Giovanni Latella - cerchiamo di mettere nelle migliori condizioni di lavoro possibile chi, sul territorio, svolge una grande opera in chiave educativa ancor prima che sportiva. Sappiamo, infatti, quanto sia importante l’attività motoria per i nostri ragazzi e quanto sia serio, e perciò da sostenere, l’impegno che, quotidianamente, i molti appassionati di ogni disciplina spendono per il bene del territorio». «Era fondamentale - hanno proseguito - accorciare i tempi di pubblicazione del bando per promuovere, soprattutto, l’ampia programmazione che società e realtà sportive in genere mettono annualmente in campo».

Le palestre scolastiche sono state divise in tre categorie, in base agli sport praticati o alla possibilità di ospitare pubblico, ed in altrettante distinte aree territoriali. Su Reggio Calabria la possibilità di scelta è fra l’Ipi artigianato “Fermi”, il Liceo Artistico “Frangipane”, il Liceo Scientifico “Da Vinci” (Piano Terra e Primo Piano) ed l’Istituto tecnico industriale “Vallauri”. Sulla fascia jonica sono state messe a disposizione le strutture del Liceo Scientifico “Zaleuco” di Locri, dell’Ipsia di Siderno, dell’Iis “La Cava” di Bovalino, dell’Iis “Marconi” di Siderno, dell’Itg “Pitagora" di Siderno e dell’Iti “Majorana” di Roccella Jonica. L’area Tirrenica, poi, potrà contare sull’Iis “Nostro-Repaci” di Villa San Giovanni, sull’Iis “Pira” di Rosarno, sull’Iis “Fermi di Bagnara, sull’Itc “Gemelli Careri” di Taurianova e sull’Iis “Pizi” di Palmi.

«Le società sportive dilettantistiche – hanno concluso Lizzi e Latella - avranno una vasta gamma di scelta, su spazi e orari, per svolgere le loro attività sportive e ludiche nel prossimo anno. E’ molto importante, quindi, intercettare le necessità di chi ha a cuore la crescita dei nostri ragazzi e delle tantissime associazioni che, con spirito positivo, propositivo e tanta passione operano sul territorio metropolitano”.





Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.