Pippo Inzaghi: tornerò, non lascio mai le cose a metà.

"Sono sicuro che la Reggina tornerà a splendere e quello che vi prometto, qui davanti a tutti, è che un giorno tornerò perc...

"Sono sicuro che la Reggina tornerà a splendere e quello che vi prometto, qui davanti a tutti, è che un giorno tornerò perché non lascio le cose a metà": così mister Filippo Inzaghi

"Mister Filippo Inzaghi, nel giorno del suo 50esimo compleanno, si è rivolto ai tifosi della Reggina nel pieno dello stadio 'Granillo', affrontando la protesta dei sostenitori che contestano l'esclusione del club dalla prossima Serie B. Migliaia di reggini si sono radunati nella Curva Sud e nella Gradinata, dimostrando il loro sostegno con striscioni, cori e applausi. 

Alla manifestazione erano presenti il Direttore Sportivo Massimo Taibi, il Team Manager Giusva Branca, alcuni calciatori e rappresentanti delle istituzioni locali. Nonostante la difficile sfida legale che si prospetta il 29 agosto al Consiglio di Stato per la riammissione in Serie B, i tifosi mantengono alta la speranza e il sostegno nei confronti della squadra. Nel frattempo, l'atmosfera rimane carica di tensione, con cori offensivi rivolti a Saladini e Cardona. L'appuntamento successivo è a Roma, dove i sostenitori della Curva Sud presenteranno un accorato appello. 

La città intera resta in attesa della decisione del Consiglio di Stato, sperando nella giustizia per l'ammissione del club al campionato di Serie B. Questa situazione ha creato un'atmosfera di incertezza e tensione, che si è riflessa nell'appello accorato dei tifosi che si sposteranno a Roma.La presenza di numerose figure chiave, tra cui il Direttore Sportivo Massimo Taibi, il Team Manager Giusva Branca e alcuni calciatori, testimonia l'importanza di questo momento per la Reggina.

 Anche le istituzioni locali, rappresentate dalla senatrice Tilde Minasi, dai sindaci facenti funzione Carmelo Versace e Paolo Brunetti, dal delegato allo sport Gianni Latella, dall'Assessore Giuggi Palmenta e dai Consiglieri Carmelo Romeo e Marcantonino Malara, dimostrano il sostegno unanime che la squadra riceve dalla comunità.

L'assenza dell'on. Francesco Cannizzaro, tuttavia, non passa inosservata e potrebbe avere delle implicazioni nella situazione attuale. Nel frattempo, la città e i suoi abitanti guardano con speranza e fiducia alla data del 29 agosto, quando si terrà la cruciale partita legale al Consiglio di Stato.

La Reggina, con il suo passato di successi e impegno, rappresenta più di una semplice squadra di calcio per la comunità locale. Questo evento è diventato una dimostrazione di unità e orgoglio amaranto, con la Curva Sud che si è distinta per il suo fervore e il suo incrollabile sostegno. La città intera rimane in attesa di una decisione che potrebbe cambiare il corso della storia del club e segnare un punto di svolta per il suo futuro nel mondo del calcio italiano.


L'entusiasmo e la passione dei tifosi della Reggina sono palpabili, espressi attraverso striscioni, cori incessanti, abbracci e gesti di affetto verso la squadra e i suoi rappresentanti. La Curva Sud e la Gradinata si trasformano in un mare di colori e suoni, un vero spettacolo di appoggio incondizionato.

Nonostante la tensione e l'incertezza che gravano sull'evento cruciale del 29 agosto al Consiglio di Stato, c'è un sentimento di fiducia che permea l'aria. I tifosi non si arrendono e continuano a credere nella giustizia e nell'opportunità di riammissione della Reggina in Serie B. Questa speranza è incarnata dall'affermazione "Pippo Inzaghi uno di noi", un segno tangibile di come l'allenatore sia riuscito a conquistare i cuori dei reggini.

Questo momento è più di una semplice sfida legale per il club e i suoi sostenitori. È un momento di riaffermazione dell'identità della città, dell'orgoglio di appartenenza e della voglia di lottare per ciò in cui si crede. 

La situazione è complicata, ma il legame tra la Reggina e la sua gente si rivela inossidabile, una forza che può superare anche le sfide più difficili.L'appello a recarsi a Roma, con l'invito a portare anche i bambini, rappresenta una testimonianza di come il futuro e l'eredità della Reggina siano importanti per tutte le generazioni.

 La partita si gioca non solo sul campo legale, ma anche nell'unità della comunità e nell'energia dei suoi tifosi. Tutta la città resta con il fiato sospeso, nella speranza che la Giustizia che si invoca sia la vera protagonista di questo capitolo cruciale nella storia della Reggina Calcio.

Luigi Palamara 
Reggio Calabria 9 agosto 2023

@palamaraluigi

"Sono sicuro che la Reggina tonerà a splendere e quello che vi prometto, qui davanti a tutti, è che un giorno tornerò perché non lascio le cose a metà": così mister Filippo Inzaghi "Mister Filippo Inzaghi, nel giorno del suo 50esimo compleanno, si è rivolto ai tifosi della Reggina nel pieno dello stadio 'Granillo', affrontando la protesta dei sostenitori che contestano l'esclusione del club dalla prossima Serie B. Migliaia di reggini si sono radunati nella Curva Sud e nella Gradinata, dimostrando il loro sostegno con striscioni, cori e applausi. Alla manifestazione erano presenti il Direttore Sportivo Massimo Taibi, il Team Manager Giusva Branca, alcuni calciatori e rappresentanti delle istituzioni locali. Nonostante la difficile sfida legale che si prospetta il 29 agosto al Consiglio di Stato per la riammissione in Serie B, i tifosi mantengono alta la speranza e il sostegno nei confronti della squadra. Nel frattempo, l'atmosfera rimane carica di tensione, con cori offensivi rivolti a Saladini e Cardona. L'appuntamento successivo è a Roma, dove i sostenitori della Curva Sud presenteranno un accorato appello. La città intera resta in attesa della decisione del Consiglio di Stato, sperando nella giustizia per l'ammissione del club al campionato di Serie B. Questa situazione ha creato un'atmosfera di incertezza e tensione, che si è riflessa nell'appello accorato dei tifosi che si sposteranno a Roma.La presenza di numerose figure chiave, tra cui il Direttore Sportivo Massimo Taibi, il Team Manager Giusva Branca e alcuni calciatori, testimonia l'importanza di questo momento per la Reggina. Anche le istituzioni locali, rappresentate dalla senatrice Tilde Minasi, dai sindaci facenti funzione Carmelo Versace e Paolo Brunetti, dal delegato allo sport Gianni Latella, dall'Assessore Giuggi Palmenta e dai Consiglieri Carmelo Romeo e Marcantonino Malara, dimostrano il sostegno unanime che la squadra riceve dalla comunità. L'assenza dell'on. Francesco Cannizzaro, tuttavia, non passa inosservata e potrebbe avere delle implicazioni nella situazione attuale. Nel frattempo, la città e i suoi abitanti guardano con speranza e fiducia alla data del 29 agosto, quando si terrà la cruciale partita legale al Consiglio di Stato. La Reggina, con il suo passato di successi e impegno, rappresenta più di una semplice squadra di calcio per la comunità locale. Questo evento è diventato una dimostrazione di unità e orgoglio amaranto, con la Curva Sud che si è distinta per il suo fervore e il suo incrollabile sostegno. La città intera rimane in attesa di una decisione che potrebbe cambiare il corso della storia del club e segnare un punto di svolta per il suo futuro nel mondo del calcio italiano. L'entusiasmo e la passione dei tifosi della Reggina sono palpabili, espressi attraverso striscioni, cori incessanti, abbracci e gesti di affetto verso la squadra e i suoi rappresentanti. La Curva Sud e la Gradinata si trasformano in un mare di colori e suoni, un vero spettacolo di appoggio incondizionato. Nonostante la tensione e l'incertezza che gravano sull'evento cruciale del 29 agosto al Consiglio di Stato, c'è un sentimento di fiducia che permea l'aria. I tifosi non si arrendono e continuano a credere nella giustizia e nell'opportunità di riammissione della Reggina in Serie B. Questa speranza è incarnata dall'affermazione "Pippo Inzaghi uno di noi", un segno tangibile di come l'allenatore sia riuscito a conquistare i cuori dei reggini. Questo momento è più di una semplice sfida legale per il club e i suoi sostenitori. È un momento di riaffermazione dell'identità della città, dell'orgoglio di appartenenza e della voglia di lottare per ciò in cui si crede. La situazione è complicata, ma il legame tra la Reggina e la sua gente si rivela inossidabile, una forza che può superare anche le sfide più difficili.L'appello a recarsi a Roma, con l'invito a portare anche i bambini, rappresenta una testimonianza di come il futuro e l'eredità della Reggina siano importanti per tutte

♬ suono originale - Luigi Palamara l'Arciere

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.