Incendio alla casa del Presidente Occhiuto, Cannizzaro: “Roberto e la Regione continuino sulla strada della tolleranza zero. L’episodio è sintomo di buon lavoro.”

“La campagna contro i piromani che la Regione Calabria sta portando avanti sin dal primo giorno di insediamento della Giunta Occ...


“La campagna contro i piromani che la Regione Calabria sta portando avanti sin dal primo giorno di insediamento della Giunta Occhiuto sta funzionando talmente bene da suscitare diversi fastidi. Il Presidente, il mio amico Roberto, oggi più che mai ha l’obbligo di andare avanti sulla strada della tolleranza zero. La sua determinazione e il modus operandi che ha strategicamente applicato, portando risultati tangibili e senza precedenti su tutto il territorio regionale (basti confrontare gli anni 2022 e 2023 con il passato), sono stati presi a modello persino in Europa. Un motivo in più per non desistere. Non sarà, dunque, un episodio simile a far indietreggiare il Governatore della Calabria, che sa di poter contare su tutto il sostegno degli amici, degli alleati, della sua Maggioranza e del Partito, tanto a livello regionale che nazionale. Siamo tutti determinati più che mai contro gli incendi e contro il malaffare, che ogni anno causano ingenti danni alla natura, alle proprietà, alle persone, arrivando persino ad uccidere. Mi unisco, pertanto, al continuo appello del Presidente Occhiuto che, rivolgendosi ai cittadini calabresi, chiede di vigilare e denunciare quei piromani vigliacchi, convinti di speculare sulla pelle degli altri. La musica è cambiata. E questo episodio non può che leggersi come sintomo di buon lavoro da parte della Regione Calabria.”
Così in una nota l’Onorevole Francesco Cannizzaro, Vice Capogruppo di Forza Italia alla Camera dei Deputati, intervenendo pubblicamente sull’episodio che ha visto pesantemente danneggiata da un incendio la casa di Roberto Occhiuto, a Belvedere (CS).

Ultimi 5 Articoli$type=blogging$m=0$cate=0$sn=0$rm=0$c=5$va=0

/gi-clock-o/ +LETTI DELLA SETTIMANA$type=list

/gi-fire/ ARTICOLI +LETTI DI SEMPRE$type=one

Marco Camilli di Aostaoggi continua a non pagare i giornalisti. Un INADEMPIENTE.